√ LIRICAMENTE.IT >>IL SITO PER GLI APPASSIONATI DI MUSICA LIRICA E OPERA LIRICA Concorso Internazionale di canto lirico di Spoleto Corsi di Alta Formazione Accademia Maggio Musicale Fiorentino
Dati dimenticati?

IL SITO PER GLI APPASSIONATI DI OPERA LIRICA

Chiudi Finestra
Home  Mappa  Contatti  RSS 
Tu sei qui:  Home > Forum musica e opera lirica > Discussioni Forum

Risposte per il messaggio:
Passato le graduatorie esame ammissione conservatorio. E Adesso?

 

Vai a:

 
 
 
  • Autore: Lo, 29/06/2008

  • Ciao a tutti! Qualche settimana fa ho sostenuto l'esame di ammissione di canto lirico presso il conservatorio della mia città. Oggi ho scaricato il documento delle graduatorie e vi è citato il mio nome, al nono posto, con la valutazione di 74/100. Sotto a TUTTI i nomi c'è scritto che l'effettivo accesso alla scuola avverrà ad ottobre previa telefonata della segreteria dopo gli esami ministeriali (???). Che vuol dire? Sono stata presa? NON sono stata presa? Dovremo sostenere un altro esame? Rispondetemi vi prego.GRAZIE
  • Autore: Alida, 29/06/2008

  • Vuol dire che non sei stata bocciata, e quindi hai superato l'ammissione; ora però bisogna vedere quanti posti sono disponibili nella classe di canto di primo corso. Se le classi fossero più di una, meglio ancora: a seconda del numero di posti disponibili, i posti saranno assegnati secondo la graduatoria (se ci sono 3 posti, vengono presi i primi 3; se ce ne sono 10, i primi dieci; e così via), e quindi più posti ci sono, più alte sono le probabilità che tu venga presa effettivamente.
    Per saperlo devi aspettare che abbiano finito di sbrigare la burocrazia e abbiano fatto il conteggio dei posti disponibili; ti diranno loro se rientri negli iscritti oppure se per motivi di posto sei stata scartata.
    Comunque complimenti per il bel risultato! Nona a un' ammissione che chissà quanti partecipanti aveva... Brava!
  • Autore: Lo, 29/06/2008

  • Oddio che patema! Quindi devo aspettare ancora prima di sapere!Morirò nell'attesa...e lo devo dire ai miei, io ho "solo" 18 anni... non mi va di farci una litigata o di nutrire false speranze per niente, il conservatorio è una spesa che non posso sostenere da sola. Quindi dovrei aspettare fino ad ottobre??!!!...che brutto.
  • Autore: Lo, 30/06/2008

  • Ho chiamato la segreteria del maledetto conservatorio, dove, come al solito, con un tono di sufficienza, mi hanno spiegato che nessuno sa niente fino ad ottobre, ma che comunque nono posto è una valutazione ridicola e che chi si piazza così in basso in una classifica è chiaro che torna a casa. Tutti i miei sospetti sono fondati, il sistema conservatorio fa rima con ipocrisia, cattiveria, puzza sotto al naso. Hanno impedito ad una 18enne dotata per il parere di molti, di studiare. Ogni tre studenti uno è coreano. Mentre io che vivo a cinque chilometri dalla scuola me la piglio in un piede.
  • Autore: Aly, 30/06/2008

  • Carissima Lo, lascia che io ti racconti la mia esperienza. Siamo coetanee, suppongo, io vado per i 18, e quando non avevo nemmeno 17 anni compiuti decisi di tentare l'ammissione in conservatorio. Innanzitutto tutti mi dissero che ero troppo giovane, ma io sapevo che una mia amica, figlia di un insegnante di strumento del conservatorio, aveva passato l'audizione per canto a 16 anni. Quando andai a informarmi in segreteria, oltre che ribadirmi che ero troppo giovane non seppero dirmi altro che frasi di circostanza che finivano immancabilmente con "sempre se passi l'ammissione", o "se riuscirai a passare l'ammissione, non è detto"... Insomma avrebbero fatto prima a dirmi che non dovevo proprio farla! Impaurita oltre che per la mia totale estraneità al conservatorio anche dalle loro parole, chiesi aiuto a un'insegnante che credevo essere imparziale, in quanto amica della mia insegnante di allora. Lei disse che la voce c'era, sì, ma che non avrei mai passato un'audizione; perchè tra i suoi allievi tutti avevano cantato lirica già prima dell'ammissione, e anzi una ragazza, M., soprano, si era preparata all'ammissione per tre anni! Incuriosita e anche un po' a testa bassa, volli ascoltare questa "perla di bravura", dacchè il mio studio era insufficiente e volevo migliorare: ebbene c'erano più stecche, note strozzate, aria tra le corde di quante note ci fossero sullo spartito, e la cosa più pazzesca è che questa esecuzione veniva puntualmente lodata e riproposta a modello di "preparazione perfetta" per un'ammissione. Io ci avrei pure creduto, ma alle mie orecchie devo dare ascolto! Quindi, molto velatamente, l'insegnante mi lasciò intendere che certamente potevo ritentare l'ammissione l'anno seguente... magari dopo aver studiato un anno con lei! Morale della favola: poichè per cantare NON occorre un diploma ma saper cantare, esci da questo circolo vizioso e trovati un buon maestro. Con affetto, Aly
  • Autore: Lo, 01/07/2008

  • Si siamo coetanee! Anche se ho già compiuto 18 anni. La mia esperienza di canto, purtroppo, è circoscritta a tre anni di canto moderno Musical con un'ottima cantante ma pessima insegnante. Purtroppo, lo vedo perché frequento praticamente solo musicisti, o si è dei piccoli Mozart oppure senza un titolo di conservatorio non si va lontano. I miei non sono disposti a finanziare un "corsetto", potevano tollerare qualcosa di completo e riconosciuto come il conservatorio. Altre lezioni "al vento" no .Ed io purtroppo non trovo lavoro e non riesco ad essere indipendente. Sono molto delusa.
  • Autore: Alida, 01/07/2008

  • Lo, non so dove tu abiti, ma capisco il tuo problema; se però tu abitassi in una grande città, potresti cercare un'alternativa al conservatorio. Mi spiego meglio: da me a Milano esiste anche una Civica scuola di Musica attualmente parificata (cioè i corsi si svolgono alla Civica, dove gli insegnanti sono MOLTO MOLTO PREPARATI, però gli esami li sostieni in Conservatorio, così da avere un titolo altrettanto valido). Se i tuoi genitori credono che siano "soldi buttati al vento", sarà difficile convincerli che per cantare un diploma non occorre, ma un buon insegnante sì. Comunque se tu trovassi un insegnante bravo e consigliato da qualcuno, potresti scaricare il bando di concorso di qualsiasi teatro lirico (La Scala, per esempio), dove è esplicitato che per accedere NON OCCORRE il diploma, ma un attestato di "idoneità" firmato da un' istituzione (Conservatorio, Civica o INSEGNANTE PRIVATO) cui succede un'audizione: così potresti persuaderli della serietà dei tuoi intenti. Non ti arrendere mai! Non so in che condizioni economiche sia tu, ma le mie non sono fiorentissime, e quindi ho dovuto fare a mia volta lo stesso discorso, e alla fine mia madre ha dovuto prendere atto che fare lezione 3 volte a settimana per 45 minuti ciascuna con un insegnante competente era meglio che fare mezz'ora di lezione una volta a settimana con un incapace (perchè spesso di quello si tratta) del Conservatorio. Per cambiare discorso: che voce sei? A presto, Aly
  • Autore: Giulia, 28/09/2010

  • Qui si è parlato solamente di pratica canora, cioè "saper cantare". Cosa si dice invece a proposito della teoria? Solfeggio, preparazione tecnica, dettati musicali, solfeggi ritmici e cantati... Che livello di preparazione si esige? Ovviamente la domanda per chi li ha già passati.
 

Vai a:

 
 
 
Cookie | Privacy Policy | Copyright 2006 © | Powered by Andrea Ferretti | 12/11/16 03:12
Liricamente.it utilizza cookie, anche di terze parti. Se vuoi saperne di pi¨ o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie    Leggi tutto Ok