√ LIRICAMENTE.IT >>IL SITO PER GLI APPASSIONATI DI MUSICA LIRICA E OPERA LIRICA Concorso Internazionale di canto lirico di Spoleto Corsi di Alta Formazione Accademia Maggio Musicale Fiorentino
Dati dimenticati?

IL SITO PER GLI APPASSIONATI DI OPERA LIRICA

Chiudi Finestra
Home  Mappa  Contatti  RSS 
Tu sei qui:  Home > Forum musica e opera lirica > Discussioni Forum

Risposte per il messaggio:
Il canto lirico: come cominciare da tenore

 

Vai a:

 
 
 
  • Autore: mirko, 21/04/2009

  • Ciao, io ho una grande passione,la lirica, e mi hanno detto che sono un tenore però non ho mai studiato canto e vorrei conciare a studiare. Se qualcuno mi può aiutare mi dica a chi mi posso rivolgere (io sono di Frascati-Castelli romani).
  • Autore: frency, 23/07/2009

  • Ciao Mirko, sono una giovane ragazza e anch'io come te ho una grandissima passione per il canto lirico e l'opera. Mi sto avvicinando allo studio di questo genere di canto, anche se purtroppo ho avuto qualche problema. Quello che ti possso consigliare è di trovare un valido insegnante che possa iniziare con te l'impostazione della tua voce e della tua respirazione: secondo me una buona impostazione e un buon insegnante sono il miglior trucco per non rovinare la voce. Buoni insegnanti ce ne sono e puoi trovare un sito in internet dove forniscono l'elenco degli insegnanti disponibili anche nella tua zona. Dopo qualche tempo potrai capire la tessitura della tua voce e, se sei un tenore, vedrai che se avrai costanza e impegno avrai buone soddisfazioni. Buona fortuna!!
  • Autore: Yuri, 18/11/2009

  • Ciao Mirko! Apprendere che sei di Frascati mi riporta indietro di 13 anni! Abitavo in via dei Sale', la conosci? Beh, tornando alla tua domanda: concordo con l'avviso che ti hanno dato, trovare un insegnante che sappia il fatto suo e' fondamentale e, leggi bene, non che sembri sapere il fatto suo! Fai molte ricerche, visitane tanti, ascolta i suoi allievi cantare e intervistali, fai le tue ricerche con pazenza e attenzione. All'inizio degli studi, quando non si sa' nulla su questa disciplina, e' facile farsi confondere dalla simpatia di un insegnante o dalle parole che usa, o dal fatto che ha avuto una carriera e cantato con questo e con quello in questo e quel teatro. Mentre tutte queste cose possono essere presenti, non sono garanzia che l'individuo in questione abbia la competenza per impostare la tecnica di un tenore. Mentre una tecnica in parte difettosa, dovuta a una conoscenza non completa, puo' passare per altre tipologie vocali, per un tenore e' un suicidio che si consuma nel giro di poco tempo. Nella letteratura musicale, al tenore e' richiesto di cantare nella zona piu' difficile della voce per gran parte della sua performance e, se non per altri motivi, e' per questo che la sua tecnica deve essere piu' solida che per ogni altro cantante. Ricorda che l'oggetto della tecnica vocale e' permetterti di cantare senza sforzare, facendo si che la voce suoni coerentemente per tutta la sua estenzione, su ogni vocale e ad ogni dinamica. Un bravo insegnante dovra' darti nozioni basiche di anatomia e fisiologia per convalidare e mostrarti la corretta postura che e' la base dell'"apoggio" e spiegarti e far vedere (e sentire su se stesso) meccanica ed effetti di tale tecnica. Dovra' istruirti sulle basi della acustica e la composizione del suono e della fisiologia della produzione dello stesso, in tal modo dandoti modo di capire i concetti di 1) modificazione della vocale e neuralizzazione della stessa(molto spesso definito l'arrotondamento) nell'ascendere dalla parte bassa alla media (zona di passaggio) e alta (acuti) della voce. Questa tecnica permette al cantante d'elite di utilizzare una posizione relativamente simile a quella di riposo della laringe senza entrare nella modalita' "grido", amplificando allo stesso tempo le frequenze (armonici) intorno ai 3000 hz (quelle che danno portata alla voce). C'e' molto altro sulla tecnica vocale, ma queste sono le fondamenta. Il maestro che le ignora non puo' essere ritenuto qualificato per insegnare coscienziosamente il canto. Va' da se' che deve essere in grado di notare e correggere ogni difetto, sia che avvenga al momento della inspirazione e nel come il respiro viene gestito, che a quello della fonazione (posizione alta neutra o bassa della laringe e come le corde vocali stanno lavorando) o dell'articolazione (quello che fai con bocca, lingua, mandibola, palato molle, faringe e collo). Per ogni difetto esiste una cura e l'insegnante che non e' in grado di riconoscerlo o di mostrarti come eliminarlo, e' uno spreco di tempo, soldi e salute. Tieni presente che difetti nella tecnica vocale, una volta trascurati, richiedono un certo lavoro per essere eliminati. Se ti senti stanco a livello della gola, se provi costrizione nel cantare, afonia appena dopo una lezione, o se "non suona bene", allora smetti subito: non ti sta facendo usare la voce nella maniera che dovresti!
  • Autore: Mauro, 22/03/2010

  • Ciao Mirko, sono in sintonia con Yuri e a tal proposito consiglio un valido maestro Gianni Abbagnato che vive ad Anagni. Per info chiedete la mia e-mail alla redazione. A presto.
Cookie | Privacy Policy | Copyright 2006 © | Powered by Andrea Ferretti | 12/9/16 20:17
Liricamente.it utilizza cookie, anche di terze parti. Se vuoi saperne di pi¨ o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie    Leggi tutto Ok