√ LIRICAMENTE.IT >>IL SITO PER GLI APPASSIONATI DI MUSICA LIRICA E OPERA LIRICA Concorso Internazionale di canto lirico di Spoleto Corsi di Alta Formazione Accademia Maggio Musicale Fiorentino
Dati dimenticati?

IL SITO PER GLI APPASSIONATI DI OPERA LIRICA

Chiudi Finestra
Home  Mappa  Contatti  RSS 
Tu sei qui:  Home > Forum musica e opera lirica > Discussioni Forum

Risposte per il messaggio:
» Voce di petto o voce in maschera

 

Vai a:

 
 
 
  • Autore: Bianca, 17/06/2009

  • Vorrei sapere come si fa a capire quando si sta cantando di testa o di gola. Come si fa a capire che sensazioni dovrei sentire?
  • Autore: Aly, 22/09/2009

  • Innanzitutto di gola non vuol dire di petto. Di gola lo riconosci quando nel cantare tendi a "stringere" la gola (contrai i muscoli della laringe) ed è sintomo che stai spoggiando. Per capire se canti di gola fai un semplice test: metti il dito sul collo dove senti la sporgenza del pomo d'Adamo. Se cantando lo senti muovere, e se salendo con le note lo senti progressivamente salire, allora stai cantando di gola. Se insieme a ciò stai anche "appoggiando" o meglio sei convinta di stare usando il diaframma, si dice che stai spingendo. Invece la voce di petto è una voce che ha risonanze nel petto; la distingui dalla voce di testa proprio perché quest'ultima ha risonanze nella "testa". Cosa vuol dire? Vuol dire che quando canti in testa (e questo avviene per il registro medio e medio acuto) la voce risuona verso l'alto, nella maschera, e tende a "salire" verso l'alto, appunto verso la testa; quando invece canti di petto (e questo è tipico del registro grave, e in particolare di mezzosoprani e contralti, perché ai soprani serve poco e solo in caso siano drammatici/spinti oppure affrontino tessiture molto basse) è il cosiddetto plesso solare a risuonare e sembra che il suono pur percorrendo sempre la stessa strada usi il petto come cassa di risonanza. Fai una prova molto semplice: emetti una nota acuta o media e mentre lo fai mettiti una mano sul petto. Lo sentirai vibrare leggermente. Ora prova a emettere una nota grave: lo sentirai vibrare molto più decisamente.
  • Autore: Yuri, 21/11/2009

  • Parlare di voce di voce di testa, di petto o, in maschera o di gola è alquanto generico e inesatto. E' importante, se desideriamo comunicare con precisione ciò che intendiamo, utilizzare termini precisi e comprensibili. Sappiamo bene che la terminologia dei cantanti si è arricchita di vocaboli ed espressioni singolari che non vogliono dire molto a chi non è esposto a tali modi di dire (e in realtà neanche a chi lo è!). Ciò che ha portato a coniare l'espressione voce di testa o di petto è stata la percezione da parte dei cantanti delle vibrazioni simpatiche del suono, avvertite principalmente in una delle zone menzionate. Tale percezione ha portato e porta alcuni addirittura a pensare che sia lì che la voce risuoni o sia generata! La voce risuona solo nella laringe e nelle cavità oro-faringea e naso-faringea, quest'ultima nel caso di suoni nasali. (Studi hanno mostrato una possibilità di risonanza tracheale - non rilevante però per l'impossibilità di controllarla da parte del cantante.) La vibrazione avvertita è completamente soggettiva e varia da persona a persona e da suono a suono, le variabili in costante cambiamento: non tutti avvertono le stesse sensazioni ed è perciò meglio lascarle tali. Perciò, la voce è una sola. Meglio parlare di parte bassa, media e alta dell'estensione vocale, comune a tutte le tipologie vocali e a tutte e due i sessi. Così, sappiamo di cosa parliamo, esattamente. Chiarito questo, le vibrazioni a cui si fà riferimento sopra e spesso citate non sono il mezzo, ma il fine di una buona emissione sonora: sono il risultato di efficace utilizzo dei risuonatori in perfetto accordo con attività laringea e respiratoria. Non possiamo parlarne come un qualcosa "da fare", ma solo in termini di feedback. Altre sono le cose "da fare", e su cui esercitare controllo, nel canto!
Cookie | Privacy Policy | Copyright 2006 © | Powered by Andrea Ferretti | 12/9/16 18:18
Liricamente.it utilizza cookie, anche di terze parti. Se vuoi saperne di pi¨ o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie    Leggi tutto Ok