√ LIRICAMENTE.IT >>IL SITO PER GLI APPASSIONATI DI MUSICA LIRICA E OPERA LIRICA Convenzione soci liricamente Corsi di Alta Formazione Accademia Maggio Musicale Fiorentino

IL SITO PER GLI APPASSIONATI DI OPERA LIRICA

Chiudi Finestra
Home  Mappa  Contatti  RSS 

Recensione dell'opera Dido and Aeneas di Henry Purcell al Maggio Musicale Fiorentino

William Fratti, 09/03/2015

In breve:
Firenze - Recensione dell'opera lirica Dido and Aeneas di Henry Purcell in scena al Maggio Musicale Fiorentino il 5 marzo 2015


L'Opera di Firenze prosegue la Stagione 2014/2015 all'insegna della promozione culturale, con la proposta di titoli meno comuni accanto al grande repertorio.

La ripresa di Dido and Aeneas di Henry Purcell nell'allestimento veronese firmato da Marina Bianchi segue un po' il filone dell'Orfeo ed Euridice di Gluck dello scorso anno, trattandosi di opere fuori dal solito calderone a cui attinge la maggior parte dei teatri italiani, ma comunque nell'ambito di lavori importanti che hanno fatto la storia del teatro musicale.

Marina Bianchi alla guida dello spettacolo e Leila Fteita alle scene e ai costumi sanno essere maestre di eleganza, pur non restando troppo legate alla tradizione e neppure volendo strafare in termini di coup-de-théâtre contemporanei. Si potrebbe dire di un allestimento neoclassico, una lettura evergreen con accenni moderni, poiché tale è la vicenda di Didone: una donna forte, autoritaria, apparentemente invincibile, spezzata da un amore impossibile.

L'eleganza e la raffinatezza del lavoro della regista milanese – che con nonchalance mette in scena una maga dalle tinte sadomasochiste – trova il suo compimento nelle delicate coreografie di Maria Grazia Garofoli, che riempiono d'azione le pagine musicali senza mai invadere lo spazio del canto, in perfetta complementarietà, come pure le luci aggraziate, quasi timide, di Gianni Paolo Mirenda.

Ottima la lettura e la direzione di Stefano Montanari che risulta essere molto fluido e buon fraseggiatore, sapendo tirar fuori il carattere descrittivo dai passaggi orchestrali.

José Maria Lo Monaco è una Didone corretta, seppur non precisissima e lo stesso vale per l'Enea di Leonardo Cortellazzi.

Maggiormente efficace è Francesca Aspromonte nei panni di Belinda, in possesso di un miglior stile baroccheggiante e una più puntuale omogeneità nella linea di canto. È accompagnata dalla brava Irene Favro, seconda donna.

Eccellente è l'interpretazione della maga di Adriana Di Paola, seppur non così pulita nel suono, affiancata dalle efficacissime Alessia Nadin e Anna Pennisi nei panni delle streghe.

Adeguati alle circostanze il primo marinaio di Paolo Antognetti e lo spirito di Teona Dvali.

Validissima la prova della voce recitante di Ermelinda Pansini, alle prese con l'Epistulae Heroidum di Publio Ovidio Nasone, in cui Didone scrive all'amato Enea, come quella del Coro del Maggio Musicale Fiorentino diretto da Lorenzo Fratini.

Ottimi i ballerini di MaggioDanza, anche se va notato che sono migliori presi singolarmente che non nella globalità dell'organico, poiché non sempre in perfetta sincronia.

Le jeune homme et la mort di Roland Petit, per la prima volta a Firenze, segue l'opera di Purcell. L'allestimento è quello del Teatro alla Scala di Milano, la coreografia è ripresa da Luigi Bonino e il bravissimo Andrea Severi esegue all'organo la Passacaglia di Johann Sebastian Bach.

Yonah Acosta, giovane stella internazionale della danza, interpreta le jeune homme con grande fascino e precisione tecnica, seppur troppo attento al risultato per essere perfetto trasportatore delle angosciose emozioni volute da Cocteau e Petit.

Migliore in questo senso è l'eccellente Alessandra Ferri che dopo oltre trenta anni sulle punte sa ancora regalare al suo pubblico delle performance sublimi, cariche di pathos, nell'eleganza raffinata di uno stile dal gusto delicato e deciso al tempo stesso.

 
 
Archivio Documenti di musica e opera lirica - Recensioni - Interviste - Medicina - Articoli - Novità
Archivio Recensioni Teatri Opere Liriche
recensioni

Dite la vostra...



 

Esprimi un giudizio sul documento e visualizza i risultati

 
                            

Codice di sicurezza (Aiuto Aiuto):

Scrivi nella casella i caratteri che vedi nell'immagine.

Codice di sicurezza          

 
 
Cookie | Privacy Policy | Copyright 2006 © | Powered by Andrea Ferretti | 10/26/20 08:02
Liricamente.it utilizza cookie, anche di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie    Leggi tutto Ok