√ LIRICAMENTE.IT >>IL SITO PER GLI APPASSIONATI DI MUSICA LIRICA E OPERA LIRICA Convenzione soci liricamente Corsi di Alta Formazione Accademia Maggio Musicale Fiorentino
Dati dimenticati?

IL SITO PER GLI APPASSIONATI DI OPERA LIRICA

Chiudi Finestra
Home  Mappa  Contatti  RSS 

Recensione Faust di Gounod al Teatro Regio di Torino

William Fratti, 18/06/2015

In breve:
Torino - Recensione dell'opera lirica Faust di Charles Gounod in scena al teatro Regio di Torino il 12 giugno 2015.


Un grandissimo Gianandrea Noseda ha diretto con somma ispirazione il Faust di Charles Gounod al Teatro Regio di Torino e l'eccellente orchestra lo ha seguito, respirando con lui, con altrettanta grazia, dipingendo un vero e proprio quadro sinfonico ricco di colori e carico di sentimenti, elegantemente commisurato alla finezza della musica gounodiana. Suoni precisi e puliti, passaggi accurati e puntuali, forte equilibrio tra buca e palcoscenico hanno fatto il resto.

Lo spettacolo interamente firmato da Stefano Poda è pura poesia.

Gran parte dell'allestimento scenico, dell'impianto di regia, dell'illuminotecnica e delle coreografie ha diverse somiglianze con La forza del destino di Parma, ma ciò non disturba, anzi sottolinea la valenza poetica del regista, che trova terreno comune nel romanticismo degli autori e dei compositori: “dopo lotte e passioni scandite dal Tempo e dal Destino, quel che rimane è la purificazione”. Poda dimostra, per l'ennesima volta, di saper fare il suo lavoro con gusto e pertinenza, abile nel governo delle masse, nella gestualità dei protagonisti, nei movimenti correttamente scanditi coi tempi, nell'uso delle luci altamente suggestive che accompagnano ogni singola nota, nei costumi ricercati ma non sovraccarichi, nei simbolismi chiari ed efficaci, perfetti nel rendere un messaggio chiaro, accanto a porte aperte alle singole emozioni e sentimenti di ogni spettatore.

Charles Castronovo è un ottimo Faust, pur privo di slanci particolarmente intensi. La voce limpida e leggera gli consente di dispiegare più che correttamente le pagine più fini della partitura, con totale attenzione alla tecnica. Il fraseggio è discreto e forse necessiterebbe di maggior eloquenza e carico emotivo per risultare più efficace. Buon uso di piani e pianissimi.

Irina Lungu è migliore nella parte di Marguerite che non in altre di sua frequentazione, ma resta una cantante dalla bella voce e tecnica precaria. Sono anni che il soprano russo calca i palcoscenici più importanti del mondo e forse, contenta della sua carriera e dei copiosi plausi del pubblico, non si è mai voluta soffermare sul miglioramento procedurale di quelle che sono le sue doti naturali. Peccato.

Ildar Abdrazakov è il bravissimo cantante di sempre, ma in Méphistophélès non è a suo agio come nei ruoli cantabili verdiani, non riuscendo a produrre la medesima morbidezza ed omogeneità nella linea di canto che solitamente lo contraddistinguono.

Vasilij Ladjuk è un buon Valentin, ma forse un po' tenorile e la sua vocalità squilla troppo in alto per poter trasmettere un carattere incisivo e soprattutto diverso da quello di Faust.

Ketevan Kemoklidze è un'ottima Siebel, dotata di voce piena ed elegante, in grado di prodigarsi in colori e sfumature che centrano perfettamente il personaggio.

Buona riuscita anche per la Marthe di Samantha Korbey.

Adeguato il Wagner di Paolo Maria Orecchia.
Superbo il Coro del Teatro Regio diretto da Claudio Fenoglio, che in questa occasione dona una delle sue migliori performance.

 
 
Archivio Documenti di musica e opera lirica - Recensioni - Interviste - Medicina - Articoli - Novità
Archivio Recensioni Teatri Opere Liriche
recensioni

Dite la vostra...



 

Esprimi un giudizio sul documento e visualizza i risultati

 
                            

Codice di sicurezza (Aiuto Aiuto):

Scrivi nella casella i caratteri che vedi nell'immagine.

Codice di sicurezza          

 
 
Cookie | Privacy Policy | Copyright 2006 © | Powered by Andrea Ferretti | 3/21/19 05:38
Liricamente.it utilizza cookie, anche di terze parti. Se vuoi saperne di pi¨ o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie    Leggi tutto Ok