√ LIRICAMENTE.IT >>IL SITO PER GLI APPASSIONATI DI MUSICA LIRICA E OPERA LIRICA Convenzione soci liricamente Corsi di Alta Formazione Accademia Maggio Musicale Fiorentino

IL SITO PER GLI APPASSIONATI DI OPERA LIRICA

Chiudi Finestra
Home  Mappa  Contatti  RSS 

Recensione opera lirica La Gazzetta di G. Rossini al Rossini Opera Festival

William Fratti, 09/09/2015

In breve:
Pesaro - Recensione dell'opera La Gazzetta di Gioachino Rossini in scena al Rossini Opera Festival di Pesaro il 17 agosto 2015.


Come ogni anno la Fondazione Rossini e di conseguenza il Rossini Opera Festival sono impegnati nello studio, nella ricerca e nella messa in scena di un Rossini quanto più originale possibile e questa esecuzione de La gazzetta si avvale di un importante ritrovamento che va a completare l'edizione critica già pubblicata una quindicina di anni fa. Si tratta indubbiamente della produzione meglio riuscita del Festival, equilibrata sotto ogni punto di vista: musicale, vocale, scenico.

Il nuovo spettacolo di Marco Carniti, con scene di Manuela Gasperoni, è estremamente funzionale senza essere pretenzioso, elegante e ben costruito senza scendere mai nella macchietta e nel buffo a tutti i costi, sapientemente supportato dai bellissimi e raffinati costumi di Maria Filippi e dalle luci suggestive di Fabio Rossi.

La direzione musicale di Enrique Mazzola è di buon gusto, non particolarmente prodiga di colori, ma efficacissima nell'amalgama tra buca e palcoscenico e soprattutto di autentico sapore rossiniano, coadiuvato dal bravo maestro collaboratore responsabile Gianni Fabbrini. La sinfonia presenta un piccolo intoppo nei fiati, mentre il quintetto ritrovato è eseguito molto bene, soprattutto nella terza sezione.

Nicola Alaimo è un eccellente Don Pomponio, brillante nella vocalità, sicuro nel canto, preciso nelle agilità, misurato nella recitazione, quasi troppo elegante per vestire i panni di un tal personaggio, ma forse riesce ancor più a sottolineare la trasformazione da Pandolfo a Pompionio voluta da Rossini.

Hasmik Torosyan è una brava cantante da un punto di vista tecnico, soprattutto nelle colorature della prima aria e nella dolcezza del duetto col padre, ma la voce è acerba, il suono è acidulo e gli acuti non sono tutti puliti. Ottiene infine un buon risultato con “Eroi li più galanti” anche se c'è qualche notina fuori posto.

Vito Priante è un bravissimo Filippo, in possesso di una bella linea di canto limpida e ben proiettata, correttamente focalizzato sull'intenzione rossiniana, soprattutto nell'eccellente duetto con Lisetta, dove Priante e Torosyan danno un'ottima prova di canto. Buonissima la resa di “Quando la fama altera”, particolarmente nelle colorature.

Superlativa è la resa musicale di Maxim Mironov nei panni del raffinatissimo Alberto, che si prodiga in un tripudio di colori fin dall'introduzione. Il tenore, pur non possedendo una voce particolarmente ampia, è dotato di omogeneità invidiabile, supportata da acuti saldi e svettanti, note basse solide e timbrate e mai appesantite, fraseggio espressivo ed elegante, nonché una classe innata e naturale che si fa notare anche nei passi di danza del bel terzetto con Alaimo e Priante.

Altrettanto fine è la prova di Raffaella Lupinacci nel ruolo di Doralice, che rende la non autografa “Ah, se spiegar potessi” con gusto e stile quasi mozartiani.

Buona, ma molto semplice, la resa di Josè Maria Lo Monaco nelle vesta di Madama La Rose.

Ben adeguati Monsù Traversen di Andrea Vincenzo Bonsignore e Anselmo di Dario Shikhmiri.

Simpaticissimo Ernesto Lama nei panni del servitore Tommasino, che conclude l'opera con addosso un cartello che reca scritta la domanda provocatoria e quanto mai usurata: “con la cultura si mangia?”.

Ottimo il Coro del Teatro Comunale di Bologna guidato da Andrea Faidutti.

 
 
Archivio Documenti di musica e opera lirica - Recensioni - Interviste - Medicina - Articoli - Novità
Archivio Recensioni Teatri Opere Liriche
recensioni

Dite la vostra...



 

Esprimi un giudizio sul documento e visualizza i risultati

 
                            

Codice di sicurezza (Aiuto Aiuto):

Scrivi nella casella i caratteri che vedi nell'immagine.

Codice di sicurezza          

 
 
Cookie | Privacy Policy | Copyright 2006 © | Powered by Andrea Ferretti | 7/2/20 14:26
Liricamente.it utilizza cookie, anche di terze parti. Se vuoi saperne di pi¨ o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie    Leggi tutto Ok