√ LIRICAMENTE.IT >>IL SITO PER GLI APPASSIONATI DI MUSICA LIRICA E OPERA LIRICA Convenzione soci liricamente Corsi di Alta Formazione Accademia Maggio Musicale Fiorentino

IL SITO PER GLI APPASSIONATI DI OPERA LIRICA

Chiudi Finestra
Home  Mappa  Contatti  RSS 

Recensione opera Aida di Giuseppe Verdi al Teatro Regio di Torino

William Fratti, 10/11/2015

In breve:
Torino - Recensione dell'opera lirica Aida di Giuseppe Verdi in scena al Teatro Regio di Torino il 23 ottobre 2015.


In occasione della riapertura del Museo Egizio il Teatro Regio di Torino inaugura la Stagione d'Opera 2015-2016 con Aida, riproponendo il fortunato allestimento di William Friedkin, in chiave classica e tradizionale.

Lo spettacolo è ancora molto efficace nell'impianto di Carlo Diappi, anche se difetta in quanto ad efficienza non avendo cambi scena predisposti tecnologicamente, obbligando il pubblico a ben tre pause che non aiutano certamente ad entrare nel dramma.

Eccellente l'uso delle masse, appropriati ingressi e uscite, opportune le posizioni, ma poca cura nella recitazione dei singoli interpreti che sembrano lasciati a se stessi, rendendo il loro bagaglio interpretativo personale piuttosto che un volere unico della regia.

Resta comunque uno dei migliori allestimenti di Aida degli ultimi 15 anni, pulito e raffinato, pur non portando alcuno spunto.

Esemplari le coreografie di Marc Ribaud riprese da Anna Maria Bruzzese, semplici ed elaborate al tempo stesso, mai banali, mai eccessive, misurate dove occorre. Altrettanto bravissimi i ballerini, elegantissimi nelle braccia e nelle mani, bellissime le gambe.

La direzione di Gianandrea Noseda alla guida della sua Orchestra del Teatro Regio si contraddistingue, come sempre, per la pulizia e la precisione del suono, per l'ottimo gusto e l'alta classe, per l'omogeneità che lega buca e palcoscenico. I momenti migliori sono il ballabile del trionfo, il concertato dopo l'ingresso di Amonasro ed interamente terzo e quarto atto. Invece le prime pagine sembrano eseguite con eccessiva misura, come se si temesse che l'iniziale grandeur nascondesse la successiva intimità, col risultato che l'accento verdiano sembra mancare un poco .

Anna Pirozzi è una brava Aida, dotata di timbro morbido e caldo nelle note centrali, leggermente aspra in certi acuti, dove peraltro non sempre appoggia per bene e le sfugge qualche nota calante. L'interpretazione non è delle più vivaci, ma il livello è certamente buono e sistemati quei pochi accorgimenti tecnici che le mancano, sicuramente otterrebbe risultati migliori e successi ancora maggiori.

Massimiliano Pisapia, titolare del ruolo di Radamès nella sola recita del 16, sostituisce l'indisposto Riccardo Massi. Non c'è dubbio che il tenore si trovi più a suo ago in ruoli dalla scrittura meno pesante e qui sembra fuori ruolo. Il suo solito bel materiale si fa sentire solo in alcuni punti, mentre in tanti altri appare limitato, con poco spessore, tendente al parlato nelle zone gravi.

Eccellente è l'Amneris di Anna Maria Chiuri. Voce brunita, colore interessante, timbro piacevole, linea di canto omogenea, dalle note basse mai snaturate agli acuti ben sostenuti, pregevoli i piani. Emozionante tutto il quarto atto, da “L'aborrita rivale” a “Pace t'imploro”.

Encomiabile è l'Amonasro di Dimitri Platanias che, dotato di voce piena, squillante e ben timbrata, sa fraseggiare, dosare gli accenti e usare la parola alla maniera verdiana.

Molto buona è anche la prova di Giacomo Prestia nei panni di Ramfis, anche se si fanno notevolmente sentire i segni della stanchezza di una produzione così lunga e senza riposo, soprattutto nelle note acute e nell'appoggio.

Buona la prova del Re interpretato da In-Sung Sim, del messaggero di Roberto Guenno e della sacerdotessa di Kate Fruchterman.

Come sempre eccellente il Coro del Teatro Regio guidato da Claudio Fenoglio.

 
 
Archivio Documenti di musica e opera lirica - Recensioni - Interviste - Medicina - Articoli - Novità
Archivio Recensioni Teatri Opere Liriche
recensioni

Dite la vostra...



 

Esprimi un giudizio sul documento e visualizza i risultati

 
                            

Codice di sicurezza (Aiuto Aiuto):

Scrivi nella casella i caratteri che vedi nell'immagine.

Codice di sicurezza          

 
 
Cookie | Privacy Policy | Copyright 2006 © | Powered by Andrea Ferretti | 10/26/20 07:54
Liricamente.it utilizza cookie, anche di terze parti. Se vuoi saperne di pi¨ o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie    Leggi tutto Ok