√ LIRICAMENTE.IT >>IL SITO PER GLI APPASSIONATI DI MUSICA LIRICA E OPERA LIRICA Accademia Verdiana Concorso Iris Adami Corradetti

IL SITO PER GLI APPASSIONATI DI OPERA LIRICA

Chiudi Finestra
Home  Mappa  Contatti  RSS 

Recensione opera Les pecheurs de perles di Georges Bizet al Maggio Musicale Fiorentino

William Fratti, 13/04/2016

In breve:
Firenze - Recensione dell'opera lirica Les pêcheurs de perles di Georges Bizet in scena al Maggio Musicale Fiorentino il 24 febbraio 2016.


Dopo molte peripezie che hanno causato un continuo cambio dei nomi in cartellone riguardo i due ruoli principali - male che accomuna Firenze ad altri teatri artisticamente guidati con polso poco ferreo, si pensi ad esempio all'ultimo Festival Verdi e all'imminente Roberto Devereux - si arriva ad una prima de Les pêcheurs de perles di Georges Bizet un poco tiepida, che non riesce a scaldare l'animo di alcun melomane.

Lo spettacolo di Fabio Sparvoli lo si conosce molto bene. Nonostante la sua semplicità, quasi banalità - o forse è proprio per questo - è approdato su molto palcoscenici dopo il suo debutto al Verdi di Trieste diversi anni fa, sempre con i medesimi pregi - è filologico e non disturba musica e canto - e i numerosi difetti: l'azione è mantenuta viva solo attraverso le coreografie di Annarita Pasculli - anche se anni fa la firma era differente, sembrano sempre mutuate dalle danze maori e dai rugbisti neozelandesi - la suggestione esotica è presente solo nelle scene vuote di Giorgio Ricchelli - che in terzo atto sembrano portarci dallo Sri Lanka alla Cambogia - e nelle luci di Vinicio Cheli, che però subiscono qualche intoppo; per il resto i personaggi sono poco appassionati pur vivendo emozioni infiammanti, i cori sono pressoché immobili, i costumi di Alessandra Torella un poco sempliciotti e non troppo corretti. Tutto sommato è funzionale ed efficace e si può chiudere un occhio.

Ryan McAdams dimostra invece grande professionalità, poiché compie passi da gigante rispetto l'esecuzione dello stesso titolo di un anno fa alla RAI di Torino. Si possono riscontrare notevoli migliorie nelle dinamiche, nella gestione del suono, nel saper dosare i colori e l'Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino lo segue con la consueta precisione ed omogeneità, trasmettendo adeguatamente la raffinatezza della partitura e i caratteri dei profondi sentimenti che la attraversano, tra cui l'inestinguibile amicizia tra Zurga e Nadir.

Come sempre eccellente il Coro del Maggio guidato da Lorenzo Fratini, che si prodiga in un canto efficacissimo nel suono, compresi i numerosi pianissimi e fortissimi.

Molto buona la prova di Nicolas Testé nel breve ruolo di Nourabad, mentre Luca Grassi, annunciato indisposto, è uno Zurga un poco discontinuo, che a tratti perde di smalto ed espressività.

Ekaterina Sadovnikova, inizialmente prevista in secondo cast, sarà anche una cantante corretta, ma è talmente flebile ed evanescente che rende ben poco del canto e dell'interpretazione di Lé├»la.

Ancor peggio per Jesus Garcia, il cui nome è comparso in cartellone dopo numerosi altri. Il suo Nadir manca totalmente di spessore, oltre a essere povero di colore, d'accento e di fraseggio, cui va sommata una dizione scadente e una certa mediocrità nel legato. Le note alte ci sono - anche se i do della celebre aria sono tutti in falsettone - ma le basse scompaiono chissà dove.

Grande successo per il Coro e Ryan McAdams.
Applausi per gli altri interpreti.

 
 
Archivio Documenti di musica e opera lirica - Recensioni - Interviste - Medicina - Articoli - Novità
Archivio Recensioni Teatri Opere Liriche
recensioni

Dite la vostra...



 

Esprimi un giudizio sul documento e visualizza i risultati

 
                            

Codice di sicurezza (Aiuto Aiuto):

Scrivi nella casella i caratteri che vedi nell'immagine.

Codice di sicurezza          

 
 
Cookie | Privacy Policy | Copyright 2006 © | Powered by Andrea Ferretti | 1/18/22 18:12
Liricamente.it utilizza cookie, anche di terze parti. Se vuoi saperne di pi¨ o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie    Leggi tutto Ok