√ LIRICAMENTE.IT >>IL SITO PER GLI APPASSIONATI DI MUSICA LIRICA E OPERA LIRICA XIII Concorso Salvatore Licitra Associazione Spazio Musica

IL SITO PER GLI APPASSIONATI DI OPERA LIRICA

Chiudi Finestra
Home  Mappa  Contatti  RSS 

Recensione opera lirica Albert Herring di Benjamin Britten al Maggio Musicale Fiorentino

William Fratti, 23/06/2016

In breve:
Firenze - Recensione dell'opera lirica Albert Herring di Benjamin Britten in scena al Maggio Musicale Fiorentino il 27 maggio 2016.


Il Festival del Maggio Musicale Fiorentino segna il secondo successo consecutivo con la messinscena di Albert Herring di Benjamin Britten, dimostrando ancora una volta di essere un contenitore culturale di alto livello, attivo, innovativo e innovatore. Peccato che l'organizzazione dei programmi e la pubblicità dei calendari vada poco oltre l'Arno e nonostante l'ottima qualità degli spettacoli, tra i migliori in Italia, il pubblico intervenuto alla Pergola era così poco da poter entrare tutto al Goldoni. Colpa anche del fiorentino medio, che all'Opera si è abituato ad avere il parcheggio comodo e gratuito. Insomma, una serie di contingenze che hanno fatto di questa bellissima produzione un'occasione sprecata.

Albert Herring è opera di vero teatro, che necessita di essere interpretata musicalmente e scenicamente con estrema perizia, altrimenti rischia di implodere in un'accozzaglia poco significativa.

A Firenze Jonathan Webb fa tesoro di tutto il suo sapere britteniano conducendo la brava Orchestra del Maggio in suoni limpidissimi e in fraseggi espressivi piuttosto eloquenti e, con questa base, ottiene altrettanto dall'eccellente compagnia di canto, impreziosita dall'ottimo lavoro di regia di Alessandro Talevi, che assicura sguardi e gestualità da vero teatro inglese. I suoi divertentissimi personaggi sembrano in parte usciti da Downton Abbey e grazie anche alle belle ed efficacissime scene di Madeleine Boyd, che pure disegna costumi davvero pregevoli e azzeccati, in platea sembra di sentire il profumo della nebbia britannica, o quello delle pesche di Herring's.

Sam Furness, dotato di vocalità limpida e brillante, abile nei piani e nelle mezze voci, è un Albert molto ben riuscito, inizialmente remissivo, poi in preda alla catarsi, mai personaggio comico, ma sempre divertente nel suo aplomb inglese.

Elegante oltre ogni misura la Lady Billows di Orla Boylan, che in questa veste fa invidia alla Violet Crawley di Maggie Smith. Inizialmente parte un po' stridula, ma dopo poche pagine la vocalità spinta le permette di rendere al meglio tutte le insidie della parte, con delle salite all'acuto davvero efficaci.

È affiancata da un'altrettanto eccellente Gabriella Sborgi nel ruolo di Florence Pike, che dimostra tutta la sua esperienza nel repertorio di Britten sfoggiando un ruolo, sia musicalmente sia scenicamente, che rasenta la perfezione.

Bravissimi i due innamorati: Philip Smith, Sid dalla voce chiara e pulita, quasi baritenorile, decisamente morbida e delicata; Rachel Kelly, una Nancy dal timbro vellutato ma leggero, perfettamente a suo agio nelle numerose note basse.

Ottimi l'intensa Mrs. Herring di Manuela Custer, la brillante Miss Wordsworth di Anna Gillingham, il valido Mr. Gedge di Zachary Altman, il raggiante Mr. Upfold di Christopher Lemmings, il cavernoso Superintendent Budd di Karl Huml, come pure squisiti i tre bambini: Emmie di Sophie Gallagher, Cis di Bonnie Callaghan e Harry di Nicholas Challier.

 
 
Archivio Documenti di musica e opera lirica - Recensioni - Interviste - Medicina - Articoli - Novità
Archivio Recensioni Teatri Opere Liriche
recensioni

Dite la vostra...



 

Esprimi un giudizio sul documento e visualizza i risultati

 
                            

Codice di sicurezza (Aiuto Aiuto):

Scrivi nella casella i caratteri che vedi nell'immagine.

Codice di sicurezza          

 
 
Cookie | Privacy Policy | Copyright 2006 © | Powered by Andrea Ferretti | 12/5/23 00:08
Liricamente.it utilizza cookie, anche di terze parti. Se vuoi saperne di pi¨ o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie    Leggi tutto Ok