√ LIRICAMENTE.IT >>IL SITO PER GLI APPASSIONATI DI MUSICA LIRICA E OPERA LIRICA Convenzione soci liricamente Corsi di Alta Formazione Accademia Maggio Musicale Fiorentino

IL SITO PER GLI APPASSIONATI DI OPERA LIRICA

Chiudi Finestra
Home  Mappa  Contatti  RSS 

Recensione opera La Bohème al Teatro Comunale di Piacenza

William Fratti, 25/11/2016

In breve:
Piacenza - Recensione dell'opera lirica La Bohème in scena al Teatro Comunale di Piacenza il 4 novembre 2016.


Lo spettacolo ideato da Cristina Mazzavillani Muti per creare, disegnare e raccontare La Bohème di Giacomo Puccini si spoglia di verismo, di realismo, di tradizione e di concetti stereotipati a favore di un visione onirica e suggestiva.

A tale scopo risulta molto efficace la scenografia quasi completamente spoglia su cui si proietta il bel lavoro di David Loom e Davide Broccoli che, come la musica di Puccini, porta inesorabilmente lo spettatore dalla tavolozza colorata di Marcello al grigiore della malattia di Mimì.

A completamento dell'impianto sono le belle luci di Vincent Longuemare.

Meno significativi i costumi di Alessandro Lai.

Troppo vuoto il lavoro di regia, che è vincente nelle gestualità dei personaggi - tranne la poca raffinatezza con cui è raccontata Musetta - ma ci si sarebbe aspettato qualcosa di più nella scena del Momus e nel quarto atto, dove la protagonista - ingiustificatamente scalza - sembra morire sull'ara di un'opera a soggetto storico piuttosto che su un letto, un divano o una poltrona di una vecchia soffitta.

Nicola Paszkowski alla guida dell'Orchestra Giovanile Luigi Cherubini, che in precedenti occasioni non era risultato troppo convincente, apre l'opera in maniera poco aggraziata, cui gli risponde qualche bella stonatura in palcoscenico, ma dopo pochi minuti la situazione viene fortunatamente arginata. La mano del direttore non è passionale, né il suono orchestrale è particolarmente rifinito, ma la resa complessiva è abbastanza discreta, fatta eccezione per la mancanza di quei crescendo e quei caratteri maestosi che dovrebbero definire più chiaramente l'ardente vigore pucciniano.

Benedetta Torre ha la giusta vocalità per eseguire con aderenza questo genere di ruoli lirici. La sua Mimì è molto efficace nel personaggio e lo sarebbe anche il canto se si superassero certi scogli che non le permettono di mantenere una linea di canto omogenea: la zona centrale è davvero molto interessante, ma gli acuti sono abbastanza stiracchiati e talvolta troppo fissi.

La accompagna il Rodolfo di Alessandro Scotto di Luzio che sta compiendo passi da gigante nella prima parte di una carriera importante. La voce e le note giuste per interpretare questa parte, oltre al fascino e alla prestanza, ci sono tutte, ma non è sufficiente. Ciò che manca per amalgamare questi ingredienti necessari sono il legato, ora quasi assente, una miglior dizione e maggior eloquenza nel fraseggio.

Piacevolissima la brillantezza del Marcello di Matias Tosi e squillantissimi gli acuti. Peccato che l'appoggio non sia dei migliori e talvolta risulti calante. Molto buona la recitazione. Lo affianca la simpatica Damiana Mizzi che dipinge una Musetta credibile sia vocalmente, sia scenicamente, anche se certi suoni risultano acerbi e alcuni gesti poco eleganti.

Discreto il Colline di Luca Dall'Amico, che in questo ruolo dovrebbe ricercare maggior spessore nei fraseggi e soprattutto nella celebre aria. Particolarmente efficace lo Schaunard di Daniel Giulianini.

Sempre bravo Giorgio Trucco, che qui è Beno├«t.

Molto bene anche Graziano Dallavalle, Alcindoro e Sergente dei doganieri.

Ottimo il Coro del Teatro Municipale di Piacenza guidato da Corrado Casati, come pure le Voci Bianche del Coro Farnesiano di Piacenza preparate da Mario Pigazzini.

 
 
Archivio Documenti di musica e opera lirica - Recensioni - Interviste - Medicina - Articoli - Novità
Archivio Recensioni Teatri Opere Liriche
stagioni liriche

Dite la vostra...



 

Esprimi un giudizio sul documento e visualizza i risultati

 
                            

Codice di sicurezza (Aiuto Aiuto):

Scrivi nella casella i caratteri che vedi nell'immagine.

Codice di sicurezza          

 
 
Cookie | Privacy Policy | Copyright 2006 © | Powered by Andrea Ferretti | 3/7/21 13:05
Liricamente.it utilizza cookie, anche di terze parti. Se vuoi saperne di pi¨ o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie    Leggi tutto Ok