√ LIRICAMENTE.IT >>IL SITO PER GLI APPASSIONATI DI MUSICA LIRICA E OPERA LIRICA Convenzione soci liricamente Corsi di Alta Formazione Accademia Maggio Musicale Fiorentino

IL SITO PER GLI APPASSIONATI DI OPERA LIRICA

Chiudi Finestra
Home  Mappa  Contatti  RSS 

Recensione opera lirica Samson et Dalila di Camille Saint-Saens al Teatro Regio di Torino

Cristina Chiaffoni, 28/11/2016

In breve:
Torino - Recensione dell'opera lirica Samson et Dalila di Camille Saint-Saens in scena al Teatro Regio di Torino il 22 novembre 2016.


Sembra di entrare nel set di un film holliwoodiano stile Cecile De Mille questo allestimento di Samson et Dalila di Saint Saens a Torino al Teatro Regio: avvincente e meraviglioso già dall'aprirsi del sipario nel primo atto: le mura di Gaza ricordano Micene, il popolo ebraico è grigio, quasi un tutt'uno con le mura. Opulenti e coloratissimi invece i costumi dei Filistei (regia scene e costumi del genialissimo Hugo De ANA). Plastici intensi e veri i movimenti dei mimi e dei ballerini.

Samson è Kristian Benedikt: voce luminosa sicura e svettante negli acuti che questa terribile e magnifica parte esige, figura un po' tarchiata e poco baldanzosa ma il personaggio c'è. Molto toccante nell'aria de la moule ( da prigioniero e disperato ) con pianissimi molto belli.

La grande seduttrice ha la lussureggiante voce da vero mezzosoprano di Nadia Krasteva. Voce morbida movenze da leopardo fisico ben fatto , ma le manca il pepe anzi il peperoncino. Forse e' serata, forse chi scrive e' donna, ma non seduce ed incanta nella grande aria della seduzione "Mon coeur s'oeuvre a ta voix" e negli altri momenti in cui l'interprete deve far vedere la femmina. Ha cantato la parte benissimo con acuti sicuri, centri e gravi bruniti e molto a fuoco. A me non è piaciuto (piccolo appunto al genio De ANA!!) il completo blu elettrico del secondo atto, sembrava più adatto ad un pigiama party estivo che ad aspettare un condottiero da sedurre. Morbida anche nei movimenti quasi da danzatrice.

Il suo "principale " il gran sacerdote di Dagon un magnifico Claudio Sgura. Voce ampia, un bronzo nel velluto, musicalissimo e dotato di una presenza scenica autorevole e da attore hollywoodiano ha dato una prova splendida del suo talento. A mio avviso uno dei migliori baritoni italiani sulla scena al giorno d'oggi.

Grande prova offerta anche nel suo ruolo cameo dal basso Sulkan Jaiani come vecchio ebreo con voce scura ed incisiva.

Il satrapo Abimelech ben interpretato dal basso Andrea Comelli come il messaggero filisteo di Roberto Guenno ed i due perfetti filistei di Cullen Gandy e Lorenzo Battagion.

L'orchestra del teatro Regio e' semplicemente magnifica: un'onda opulenta di suono senza alcuna sbavatura un colore unico e prezioso tale da avvolgere l'ascoltatore in un paradiso totale. Come la splendida direzione di Pinchas Steinberg che ha dato una lettura vibrante ed unica, assolutamente straordinaria del capolavoro di Saint-Saens.Ogni nota ha il suo motivo di essere ha un suo perché e tutta la partitura e' una suggestiva ragnatela di suoni immortali. Il coro e' da antologia: come per l'orchestra parliamo di un colore unico e affascinante senza sforature e incongruenze. Pregevoli i pianissimi e gli stacchi fulminei, sapienti pennellate di colore e forza.

Un grande plauso al maestro del coro Claudio Fenoglio.

Il corpo di ballo, in costume apparentemente adamitico tanto che qualche signora era scandalizzata, ha brillato per movimenti sciolti ed eleganti nel bellissimo Baccanale e ben seguito le coreografie della grande Leda Lojodice.

 Affascinanti i video di Sergio Metalli e le luci suggestive di Vinicio Cheli.

Pubblico numeroso, partecipe, affascinato e molto presente. Spettacolo da inserire negli annali della storia del teatro tanto da avermi resa entusiasta!

 
 
Archivio Documenti di musica e opera lirica - Recensioni - Interviste - Medicina - Articoli - Novità
Archivio Recensioni Teatri Opere Liriche
recensioni

Dite la vostra...



 

Esprimi un giudizio sul documento e visualizza i risultati

 
                            

Codice di sicurezza (Aiuto Aiuto):

Scrivi nella casella i caratteri che vedi nell'immagine.

Codice di sicurezza          

 
 
Cookie | Privacy Policy | Copyright 2006 © | Powered by Andrea Ferretti | 3/7/21 13:25
Liricamente.it utilizza cookie, anche di terze parti. Se vuoi saperne di pi¨ o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie    Leggi tutto Ok