√ LIRICAMENTE.IT >>IL SITO PER GLI APPASSIONATI DI MUSICA LIRICA E OPERA LIRICA Concorso Internazionale Santa Gianna Beretta Molla Corsi di Alta Formazione Accademia Maggio Musicale Fiorentino
Dati dimenticati?

IL SITO PER GLI APPASSIONATI DI OPERA LIRICA

Chiudi Finestra
Home  Mappa  Contatti  RSS 

Recensione opera La Bohème di Giacomo Puccini al Teatro La Fenice di Venezia

Cristina Chiaffoni, 22/02/2017

In breve:
Venezia - Recensione dell'opera lirica La Bohème di Giacomo Puccini in scena al Teatro La Fenice di Venezia il 19 febbraio 2017 con la regia di Francesco Micheli i protagonisti Matteo Lippi, Francesca Dotto, Mattia Olivieri, Laura Giordano, Luca Dall'Amico e William Corrò.


Mi si riempie sempre il cuore quando entro nella splendida platea del Gran Teatro La Fenice di Venezia sia per la bellezza suggestiva del teatro sia perché è sempre pieno di pubblico attento e plaudente. E così era domenica 19 febbraio per la recita de "La Bohème" di G. Puccini. Un profumo irresistibile di gioventù, di primavera parigina, di spensieratezza nonostante il freddo, la povertà pervade tutta l'opera ed i suoi giovani protagonisti.

La regia di FRANCESCO MICHELI indulge forse fin troppo in gesti quasi da "balli di gruppo" in alcuni casi ed in clownerie eccessive nel secondo atto, ma l'impressione di chi guarda è di voglia di vivere nonostante tutto. Assolutamente un colpo allo stomaco le lucette che si accendono e fanno cornice di Natale alla morte di Mimì, questo davvero troppo. Ma invece assolutamente pertinente il languido spogliarello di Musetta sulle note del suo celeberrimo valzer.

Belli e colorati i costumi di SILVIA AYMONINO e le scene girevoli di EDOARDO SANCHI con le belle luci di FABIO BARETTIN sono molto godibili e prendono l'occhio di chi guarda.

Veniamo alla musica ed ai suoi esecutori.

MATTEO LIPPI è un giovane gradevole Rodolfo, la voce è morbida, ben emessa ed il fraseggio molto curato.

FRANCESCA DOTTO è una Mimì dalla voce molto bella, ma in alcuni momenti perde di intensità e sembra a stento passare l'orchestra. Bella la figura e dignitosa l'attrice.

Colpisce molto per voce maschia, brunita e sonora il baritono MATTIA OLIVIERI un Marcello anche molto buono come presenza scenica e recitazione. Negli ultimi due atti perde un po' di intensità e di resa però.

Bella la presenza e la voce di LAURA GIORDANO una Musetta sensuale e dagli acuti luminosi e tersi.

Meritatissimi gli applausi per il Colline di LUCA DALL'AMICO un basso dalla splendida emissione di una voce buona e ben emessa.

WILLIAM CORRO' è uno Schaunard ben eseguito sia vocalmente sia come personaggio sa rendere importante questo personaggio.

Ottime le prove e le voci dei comprimari che sanno dare rilievo e professionalità anche a poche battute e parlo di MATTEO FERRARA (Benoit), ANDREA SNARSKI (Alcindoro), BO SCHUNNESSON (Parpignol), DIONIGI D'OSTUNI (Un venditore), EMILIANO ESPOSITO (un sergente) ed UMBERTO IMBRENDA (un doganiere).

Il direttore d'orchestra M. STEFANO RANZANI sa infondere all'ORCHESTRA DEL TEATRO LA FENICE una gamma sapiente e ben dosata di suono creando quella impalpabile e profonda atmosfera che brende unica ed immortale quest'opera capolavoro meraviglioso.

Preciso e compatto il CORO DEL TEATRO LA FENICE diretto da CLAUDIO MARINO MORETTO magistralmente come pure sono magnifici e precisissimi i bimbi dei PICCOLI CANTORI VENEZIANI diretti da DIANA D'ALESSIO. Uno spettacolo godibilissimo e molto apprezzato dal pubblico presente.

 
 
Archivio Documenti di musica e opera lirica - Recensioni - Interviste - Medicina - Articoli - Novità
Archivio Recensioni Teatri Opere Liriche
recensioni

Dite la vostra...



 

Esprimi un giudizio sul documento e visualizza i risultati

 
                            

Codice di sicurezza (Aiuto Aiuto):

Scrivi nella casella i caratteri che vedi nell'immagine.

Codice di sicurezza          

 
 
Cookie | Privacy Policy | Copyright 2006 © | Powered by Andrea Ferretti | 4/28/17 02:26
Liricamente.it utilizza cookie, anche di terze parti. Se vuoi saperne di pi¨ o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie    Leggi tutto Ok