√ LIRICAMENTE.IT >>IL SITO PER GLI APPASSIONATI DI MUSICA LIRICA E OPERA LIRICA Concorso Internazionale Santa Gianna Beretta Molla Corsi di Alta Formazione Accademia Maggio Musicale Fiorentino
Dati dimenticati?

IL SITO PER GLI APPASSIONATI DI OPERA LIRICA

Chiudi Finestra
Home  Mappa  Contatti  RSS 

Recensione opere La voix humaine e Cavalleria Rusticana al Teatro Comunale di Bologna

Cristina Chiaffoni, 19/04/2017

In breve:
Bologna - Recensione delle opere liriche La voix humaine di Francis Poulenc e Cavalleria Rusticana di Pietro Mascagni in scena al Teatro Comunale di Bologna il 18 aprile 2017.


In una fredda e piovosa Bologna dopo le feste pasquali vengo immersa in una rarefatta e suggestiva atmosfera al teatro Comunale felsineo con LA VOIX HUMAINE di Poulenc messa in scena assieme a CAVALLERIA RUSTICANA di Pietro Mascagni.

Nel primo atto unico tutto appare anche molto raffinato e per questo molto più cruda ed agghiacciante diviene la realtà tratteggiata via via che lo splendido capolavoro francese si dipana sulla scena.

In una ovattata stanza bianca con due letti bianchi (si rivelerà poi stanza di manicomio di lusso con tanto di dottore infermiere spietate e fantasmi della mente della protagonista ormai un classico ) si evolve il dramma psicologico della protagonista che la regista EMMA DANTE pone inevitabilmente in uno stato di pazzia pericolosa.

Immensa, con enorme personalità scenica e vocale il soprano ANNA CATERINA ANTONACCI in splendida forma tiene incatenati gli spettatori e domina la scena, commuovendo e donando brividi unici. L'artista sa giocare con toni e mezzevoci a volte aggiungendo pennellate di voce infantile (ricorda la Bette Davis di “Che fine ha fatto Baby Jane”) supportata dalla splendida bacchetta di MICHELE MARIOTTI in perfetta simbiosi con il soprano, che sembra cucirle addosso una veste musicale livida, potente e suggestiva. Entusiasmo negli applausi finali al calor bianco.

Duole vedere che il teatro non è pienissimo in questo primo tempo e soprattutto si riempie poi per Cavalleria rusticana, a mio avviso una mancanza di rispetto per la musica e per gli artisti sul palco. Anche perché l'opera seguente non mostra a mio avviso la stessa qualità.

A chi scrive sembra che orchestra coro (diretto da ANDREA FAIDUTTI) del teatro Comunale e lo stesso Mariotti siano un po' annoiati nell'eseguire questo splendido capolavoro. Tempi abbastanza veloci e nessuna ricerca di nuances e colori , qualche strappata e sforatura nell'orchestra e qualche acidità nei soprani.

La brutta impressione si attenua all'Ineggiamo condotto e svolto egregiamente. E via via passa fino al poderoso finale (lasciando perdere il celebre urlo buttato via e mal recitato..) .

Santuzza è CARMEN TOPCIU mezzosoprano rumeno di chiara impronta Falcon voce morbida bella e chiara, anche troppo a mio gusto per il ruolo. L'attrice è pallida e non si impone, ma qualche pianissimo ben calibrato mi fa dimenticare questo.

Voce bellissima, generosa, tradita da un improvviso malessere nell'addio finale alla madre quella del tenore MARCO BERTI, Turiddu, solare e dagli acuti luminosi . Non sono per niente d'accordo che negli applausi finali venga buato non lo meritava.

Molto buona la resa vocale e scenica di GEZIM MYSHKETA baritono che ho già apprezzato in altri teatri, musicalissimo, dalla potente voce brunita e scenicamente validissimo.

Bella sia nel fisico che nella voce scura da mezzosoprano la Lola seducente di ANASTASIA BOLDYREVA mentre uno dei miei mezzosoprani preferiti veste con autorevolezza i panni di Mamma Lucia, parlo di CLAUDIA MARCHI ottima interprete.

La regia mette la Passione in scena con croci, scene della Passione, mimi ed attori a gogo. Non mi piace e me ne duole perché apprezzo ed amo la forza espressiva e cruda di Emma Dante. Ma qui si trasforma in un marasma di ventagli, balletti frenetici di figuranti e coristi, scale decorate e croci.

Le scene sono di CARMINE MARINGOLA, i costumi di VANESSA SANNINO, le luci di CRISTIAN ZUCARO e le coreografie di MANUELA LO SICCO.

Applausi convinti e calorosi alla fine tranne per Marco Berti.

 
 
Archivio Documenti di musica e opera lirica - Recensioni - Interviste - Medicina - Articoli - Novità
Archivio Recensioni Teatri Opere Liriche
recensioni

Dite la vostra...



 

Esprimi un giudizio sul documento e visualizza i risultati

 
                            

Codice di sicurezza (Aiuto Aiuto):

Scrivi nella casella i caratteri che vedi nell'immagine.

Codice di sicurezza          

 
 
Cookie | Privacy Policy | Copyright 2006 © | Powered by Andrea Ferretti | 6/26/17 15:49
Liricamente.it utilizza cookie, anche di terze parti. Se vuoi saperne di pi¨ o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie    Leggi tutto Ok