√ LIRICAMENTE.IT >>IL SITO PER GLI APPASSIONATI DI MUSICA LIRICA E OPERA LIRICA Convenzione soci liricamente Corsi di Alta Formazione Accademia Maggio Musicale Fiorentino
Dati dimenticati?

IL SITO PER GLI APPASSIONATI DI OPERA LIRICA

Chiudi Finestra
Home  Mappa  Contatti  RSS 

Recensione opera lirica Un ballo in maschera di Giuseppe Verdi al Teatro Regio di Parma

William Fratti, 22/01/2019

In breve:
Parma, 16 gennaio 2019 - Recensione dell'opera lirica Un ballo in maschera di Giuseppe Verdi in scena al Teatro Regio di Parma.


Nel centenario della morte di Cleofonte Campanini - sotto la cui guida musicale furono organizzate le prime celebrazioni verdiane del 1913 - l'opera inaugurale della Stagione Lirica 2019 del Teatro Regio di Parma è dedicata a Marcello Conati, insigne musicologo recentemente scomparso.
Questo allestimento si avvale della circostanza dell'eccezionale ritrovamento delle scenografie originali realizzate da Giuseppe Carmignani proprio nel 1913, sapientemente restaurate da Rinaldo Rinaldi. L'importanza storica di questa operazione equivale soltanto alla grandezza dell'omaggio tributato alle persone scomparse e che sono state ricordate in questa sede.

Marina Bianchi, esperta del campo classico, non si smentisce e crea una regia accattivante in linea con le didascalie verdiane e l'allestimento storico, ricca di movimento, azione e opportune controscene, coadiuvata dall'altrettanto brava Leila Fteita nel coordinamento dello spazio scenico e negli arredi. Completano la buona parte visiva dello spettacolo i costumi di Lorena Marin, le luci di Guido Levi e le finalmente non scontate coreografie di Michele Cosentino, che guida il bravo corpo di ballo Artemis Danza.

La direzione della preparata Orchestra Filarmonica Italiana è affidata alla bacchetta di Sebastiano Rolli, che dirige in maniera opportuna.

Saimir Pirgu è l'ennesimo Nemorino che dopo Alfredo e il Duca di Mantova tenta la scalata al ruolo di Riccardo. In questo debutto non c'è nulla da eccepire in merito alla qualità musicale, alla bellezza del suono, alla linea di canto e all'intonazione, conformi al nome e alla meritata carriera internazionale del tenore. Ma questa parte è comunque più grande di lui, risultando in difetto nella potenza d'emissione, nei colori e nel fraseggio, rendendo dunque un'interpretazione poco più che discreta - con un terzo atto migliore dei precedenti - e abbastanza povera di emozioni.

Decisamente sbagliata è la scelta di Amelia. Nei recenti anni tre diverse direzioni artistiche del Teatro Regio di Parma hanno proposto tre produzioni di Un ballo in maschera e in tutti i casi è stata scritturata un'Amelia chiaramente inferiore a Riccardo, quando è nota la maggior difficoltà di reperire un tenore che non un soprano. E non si è neppure riuscito ad approfittare della defezione della precedente titolare del ruolo per raddrizzare il tiro, andando a prendere dalla Russia Irina Churilova, un soprano che, seppur con un bel timbro e dei centri piuttosto buoni, non ha saputo emettere un acuto soddisfacente per tutta la serata.

Leon Kim, particolarmente apprezzato ne I masnadieri a Busseto durante un recente Festival Verdi, ma ben poco riuscito come Escamillo nella Carmen fiorentina, sembra forse più adatto ai ruoli verdiani, anche se c'è ancora molto spazio di miglioramento in termini di cromatismi ed espressività.

Laura Giordano, annunciata indisposta, è un Oscar piuttosto sottotono, mentre l'Ulrica di Silvia Beltrami è la sola a rendere un personaggio pienamente credibile sotto ogni profilo: ottima la tecnica di canto, avvalendosi spesso di suoni misti ben più gradevoli di quelli di petto, bravissima nel fraseggio particolarmente eloquente, vigorosa la mimica che arricchisce l'interpretazione.

Molto buone le parti di contorno, con Fabio Previati nei panni di Silvano, Massimiliano Catellani in quelli di Samuel, Emanuele Cordaro nelle vesta di Tom e Blagoj Nacoski in quelle del giudice e del servo di Amelia.

Sempre eccellente il Coro del Teatro Regio di Parma guidato da Martino Faggiani.

 
 
Archivio Documenti di musica e opera lirica - Recensioni - Interviste - Medicina - Articoli - Novità
Archivio Recensioni Teatri Opere Liriche
recensioni

Dite la vostra...



 

Esprimi un giudizio sul documento e visualizza i risultati

 
                            

Codice di sicurezza (Aiuto Aiuto):

Scrivi nella casella i caratteri che vedi nell'immagine.

Codice di sicurezza          

 
 
Cookie | Privacy Policy | Copyright 2006 © | Powered by Andrea Ferretti | 4/20/19 23:20
Liricamente.it utilizza cookie, anche di terze parti. Se vuoi saperne di pi¨ o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie    Leggi tutto Ok