√ LIRICAMENTE.IT >>IL SITO PER GLI APPASSIONATI DI MUSICA LIRICA E OPERA LIRICA Convenzione soci liricamente Corsi di Alta Formazione Accademia Maggio Musicale Fiorentino
Dati dimenticati?

IL SITO PER GLI APPASSIONATI DI OPERA LIRICA

Chiudi Finestra
Home  Mappa  Contatti  RSS 

Recensione opera La Traviata di Giuseppe Verdi all'Arena di Verona

Maria Cristina Chiaffoni, 06/08/2019

In breve:
Verona, 1 Agosto 2019 - Recensione dell'opera lirica La Traviata di Giuseppe Verdi in scena all'Arena di Verona.


UNA PARATA DI STELLE IN ARENA PER TRAVIATA


Una serata al calor bianco quella dell 1 agosto in ARENA per la rappresentazione de La TRAVIATA di Verdi.
Scalinate e cavea strapiene di pubblico adorante ed entusiasta, in verità sembra di essere tornati ai tempi d oro della lirica anni 50 e direi che fa piacere.

La messa in scena è del mitico e sublime maestro scomparso Franco Zeffirelli e sembra di essere immersi in un film sontuoso, ricco nei particolari, con la casa di Violetta su due piani, quasi a simboleggiare il lato frivolo ed il lato intimo
e profondamente umano della protagonista contrapposti.

L'allestimento è veramente spettacolare tanto da meritare un applauso a scena aperta per la casa di Flora con cambio a vista.

Ma gli spettatori sono tutti, o quasi tutti per i due divi della serata , due veri leoni della scena: VITTORIO GRIGOLO nella parte di Alfredo e PLACIDO DOMINGO come Germont.

GRIGOLO è molto baldanzoso, atletico, la voce è ben emessa, ricca e forse anche amplificata, tanto da prevalere sulle altre, ma l'interprete è ottimo: ogni parola ed ogni accento espressi con attento scavo del personaggio e togliendo qualche "gigionata" di troppo, il suo Alfredo è magistrale.

Altro discorso per il padre interpretato dal mito dell'opera Domingo. Il grande leone in scena c'è , ma risulta stanco nell'emissione e con tempi molto personali e non certo verdiani. Come quel tempo quasi da zarzuela ed eseguito con staccato evidente di “ Un di quando le veneri” a mio avviso troppo sottolineato. Poi la voce, certo autorevole, ma dal timbro inequivocabile di tenore. Mi si perdoni la schiettezza, ma non si può forzare a tutti i costi la mano. Il grande
Domingo è stato uno dei più grandi tenori al mondo.
Appunto: è stato.

Tra questi due leoni la Violetta di LISETTE OROPESA non sfigura, ma neanche avvince. La voce è molto particolare, con un vibrato naturale e personalissimo che a me non dispiace, gli acuti luminosi, il personaggio ben delineato e svolto, non tocca però le corde più intime in chi la ascolta, non avvince in pieno.

Annina è interpretata da un'altra grandissima delle scene DANIELA MAZZUCCATO, qui comprimaria di gran lusso, che tratteggia una cameriera molto elegante es incisiva.

Ottimo anche il dottor Grenvil del giovane ALESSANDRO SPINA come risultano molto ben eseguiti, professionisti eccelsi e musicalissimi CLARISSA LEONARDI (Flora) CARLO BOSI (Gastone) GIANFRANCO MONTRESOR (Barone Duphol) DANIEL GIULIANINI (Marchese) un altro grandissimo delle scene qui sempre comprimario di lusso MAX RENÉ COSSOTTI (Giuseppe) e STEFANO RINALDI MILIANI (domestico e
commissionario
).

Il maestro MARCO ARMILIATO conduce con mano ferma, usando una seducente tavolozza di colori musicali, la splendida ORCHESTRA DELL'ARENA DI VERONA sempre più pregevole a mio avviso anche nel Trovare ed eseguire pianissimo sognanti. Merito certo del direttore del momento, ma anche di musicisti che lo seguono.

Come sempre eccellente IL CORO DELL'ARENA formato da artisti versatili, pronti anche a 35 gradi e con umidità pesante a cantare, ballare, saltare, correre e tutto con risultati eccellenti sempre magistralmente guidati dal Maestro VITO LOMBARDI.

Come non mi stancherò mai di lodare la bravura, la fluidità dei movimenti del CORPO DI BALLO DELL'ARENA DI VERONA che qui danza su coreografie di GIUSEPPE PICONE che assieme a PETRA CONTI incanta anche come primo ballerino.

Un sogno meraviglioso di colori e suggestioni è offerto anche dai bellissimi costumi di MAURIZIO MILLENOTTI e dalle luci di PAOLO MAZZON.

Uragano di applausi di un pubblico entusiasta hanno fatto vibrare l'Arena. Musica confortante per le orecchie degli appassionati di opera e per chi ama questo mondo.

 
 
Archivio Documenti di musica e opera lirica - Recensioni - Interviste - Medicina - Articoli - Novità
Archivio Recensioni Teatri Opere Liriche
recensioni

Dite la vostra...



 

Esprimi un giudizio sul documento e visualizza i risultati

 
                            

Codice di sicurezza (Aiuto Aiuto):

Scrivi nella casella i caratteri che vedi nell'immagine.

Codice di sicurezza          

 
 
Cookie | Privacy Policy | Copyright 2006 © | Powered by Andrea Ferretti | 12/13/19 05:08
Liricamente.it utilizza cookie, anche di terze parti. Se vuoi saperne di pi¨ o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie    Leggi tutto Ok