√ LIRICAMENTE.IT >>IL SITO PER GLI APPASSIONATI DI MUSICA LIRICA E OPERA LIRICA Concorso Ottavio Ziino Concorso Toti Dal Monte

IL SITO PER GLI APPASSIONATI DI OPERA LIRICA

Chiudi Finestra
Home  Mappa  Contatti  RSS 

Recensione opera La Traviata di Giuseppe Verdi in scena all'Arena di Verona

Maria Cristina Chiaffoni, 01/08/2022

In breve:
Verona, 30 luglio 2022 - Recensione dell'opera lirica La Traviata di Giuseppe Verdi in scena all'Arena di Verona.


L'ultimo bellissimo e vaporoso sogno in scena del grande Maestro Franco Zeffirelli è tornato a splendere ieri sera in Arena di Verona, a sua volta onirico e reale monumento della grandezza romana divenuto immortale contenitore di musica e meraviglia per volere del tenore Giovanni Zenatello.

Emozioni e stupore hanno coinvolto i tanti spettatori stranieri che, per fortuna, stanno ricominciando a venire nel nostro Belpaese.

La Traviata - Arena di Verona 2022

In scena appare la "casa di bambola", riccamente adornata della cortigiana Violetta, con molta gente in palcoscenico durante le due scene di massa. 
Ciò fa percepire ancora di più il dramma di questa "povera donna, sola, abbandonata nel popoloso deserto che appellano Parigi" nelle scene, invece, più intime della campagna, dove si consuma il dramma con il duetto che rappresenta il fulcro della vicenda e della casa nella scena finale di quella morte che Dumas e la realtà hanno voluto sola e straziante, mentre Verdi e Piave regalano alla loro protagonista di spirare tra le braccia di "quanti ha cari al mondo".

E' un allestimento ripreso e già visto, che si apre con il funerale della mondana e cast di tutto rispetto guidato da un Marco Armiliato sul podio che rende privata, personalissima e suggestiva la struttura musicale del capolavoro verdiano, indugiando in rallentandi aerei ed eterei e ben calibrando colori e pause. Fulminee e possenti sono le scene d'assieme, in bruciante contrasto con le lunari ed intimi momenti solitari o a due o tre. Il maestro è ben seguito e supportato dall'Orchestra della Fondazione Arena di Verona dal pastoso suono unico ed affascinante, con momenti di rara bellezza come l'assolo dopo il duetto o il Preludio ultimo.

La Traviata - Arena di Verona 2022

Nina Minasyan è una Violetta dalla bellissima voce pastosa e setosa, uniforme e tecnicamente perfetta dal registro grave al sovracuto (il mi bemolle del Sempre libera è tenuto e ben proiettato ed il La dello straziante Addio del passato è emesso piano poi rinforzato e sfumato con grande maestria), ma l'interprete non arriva mai a schiantare il cuore di chi ascolta, regala pochi brividi autentici e non decolla mai. Si riscatta un po' nel finale, ma non regala brividi e non inumidisce gli occhi.

Cosa che, invece, fa ampiamente il suo Alfredo, il tenore Vittorio Grigolo che, nella serata, almeno per chi scrive, raggiunge la perfezione vocale ed interpretativa, con voce bella e potente, sicura negli acuti, con grande scavo del personaggio nel fraseggio e nei pianissimi incorporei, risultando quasi il protagonista dell'opera. L'attore, aiutato anche da aspetto fisico molto bello ed atletico, rende perfettamente il carattere focoso e istintivo del giovanotto provinciale e meridionale nella Francia dell'Ancient Regime.

La Traviata - Arena di Verona 2022

Altro meraviglioso protagonista, nobilissimo, dal canto perfetto e di gran classe, dotato di una eccelsa e brunita vocalità è Ludovic Tézier, che regala al pubblico areniano un Germont da antologia.

La Traviata - Arena di Verona 2022

Eleganti, appropriati e degni di nota sono tutti gli altri componenti del cast: la bella e civettuola Flora di Lilly Jorstad, il suo simpatico e musicalissimo Marchese Dario Giorgelè, il sonoro e corretto Matteo Mezzaro (Gastone), la dolce e sicura Annina di Yao Bohui, l'incisivo Dottore di Francesco Leone, il sicuro Barone di Roberto Accurso, Max Renè Cosotti un Giuseppe di lusso, e l'appropriato domestico di Stefano Rinaldi Milani.

La Traviata - Arena di Verona 2022

Il Coro della Fondazione Arena di Verona, diretto dal M. Ulisse Trabacchin è una sicura realta musicale nel panorama italiano, anche se si è notato qualche leggero scollamento dovuto alla distanza nelle scene con l'intervento della banda interna.

La Traviata - Arena di Verona 2022

Fa bene al cuore ed alla vista ammirare il Ballo della Fondazione Arena di Verona, coordinato da Gaetano Petrosino, nel suo fluido ed aggraziato movimento, una realtà troppo spesso negletta e dimenticata, costituita da autentici professionisti della danza che meriterebbe piu importanza e visibilità. Primi ballerini molto bravi Eleana Andreoudi e l'atletico Matias Santos. La coreografia molto bella ha la firma di Giuseppe Picone

La Traviata - Arena di Verona 2022

Un bellissimo spettacolo reso meraviglioso dai mirabili costumi di Maurizio Millenotti e dalle luci di Paolo Mazzon, che ha suscitato l'entusiasmo nel pubblico con varie chiamate al proscenio negli applausi finali.

DIRETTORE
Marco Armiliato

REGIA E SCENE
Franco Zeffirelli

COSTUMI
Maurizio Millenotti

LUCI
Paolo Mazzon

COREOGRAFIA
Giuseppe Picone

VIOLETTA VALÉRY
Nina Minasyan

FLORA BERVOIX
Lilly Jorstad

ANNINA
Yao Bohui

ALFREDO GERMONT
Vittorio Grigòlo

GIORGIO GERMONT
Ludovic Tézier

GASTONE DI LETORIÈRES
Matteo Mezzaro

BARONE DOUPHOL
Roberto Accurso

MARCHESE D'OBIGNY
Dario Giorgelè

DOTTOR GRENVIL
Francesco Leone

GIUSEPPE
Max René Cosotti

DOMESTICO/COMMISSIONARIO
Stefano Rinaldi Miliani

PRIMA BALLERINA
Eleana Andreoudi

PRIMO BALLERINO
Matias Santo

ORCHESTRA, CORO, CORPO DI BALLO E TECNICI DELLA FONDAZIONE ARENA DI VERONA
MAESTRO DEL CORO
Ulisse Trabacchin

COORDINATORE DEL BALLO
Gaetano Petrosino

FOTO ENNEVIIATA

 
 
Archivio Documenti di musica e opera lirica - Recensioni - Interviste - Medicina - Articoli - Novità
Archivio Recensioni Teatri Opere Liriche
recensioni

Dite la vostra...



 

Esprimi un giudizio sul documento e visualizza i risultati

 
                            

Codice di sicurezza (Aiuto Aiuto):

Scrivi nella casella i caratteri che vedi nell'immagine.

Codice di sicurezza          

 
 
Cookie | Privacy Policy | Copyright 2006 © | Powered by Andrea Ferretti | 9/26/22 15:23
Liricamente.it utilizza cookie, anche di terze parti. Se vuoi saperne di pi¨ o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie    Leggi tutto Ok