√ LIRICAMENTE.IT >>IL SITO PER GLI APPASSIONATI DI MUSICA LIRICA E OPERA LIRICA Concorso Internazionale di canto lirico di Spoleto Corsi di Alta Formazione Accademia Maggio Musicale Fiorentino
Dati dimenticati?

IL SITO PER GLI APPASSIONATI DI OPERA LIRICA

Chiudi Finestra
Home  Mappa  Contatti  RSS 

La Rondine di Giacomo Puccini al Festival di Torre del Lago agosto 2007

A.F., 09/08/2007

In breve:
La Rondine di Giacomo Puccini al Festival di Torre del Lago (10 e 16 agosto) diretta da ALBERTO VERONESI.
L'opera del maestro lucchese sarà eseguita, per la prima volta in Italia, nella versione conosciuta come quarta che unisce alla rarissima edizione del 1921 l'aria “Parigi…” cantata da Ruggero.


Prosegue con successo il Festival Puccini Torre del Lago, in attesa del debutto del quarto allestimento che completa il cartellone di questa stagione: LA RONDINE, titolo che manca a Torre del Lago dal 1988 e che il Festival Puccini metterà in scena nelle due recite del 10 e 16 agosto. Il nuovo allestimento di La rondine, coprodotto con il teatro dell' Opéra di Nizza dove la produzione sarà messa in scena nel gennaio 2008, porta il nome del poliedrico artista americano Nall che per il progetto Scolpire l'opera ne firma scene e costumi, mentre la regia è affidata al giovane regista Lorenzo Amato, direttore artistico del Teatro Verdi di Salerno al suo debutto nella regia lirica.

Sul palcoscenico del Gran Teatro all'Aperto si alterneranno grandi nomi del panorama internazionale della lirica, tutti al loro debutto in La rondine: il grande soprano bulgaro Svetla Vassileva vestirà i panni di Magda, mentre il ruolo di Lisette sarà interpretato dal soprano di San Pietroburgo Maya Dashuk. Le voci maschili saranno invece quelle di Fabio Sartori nel ruolo di Ruggero, Emanuele Giannino nel ruolo di Prunier e Marzio Giossi nel ruolo di Rambaldo. Al loro fianco si esibiranno Fernando Ciuffo (Perichaud), Giorgio Berrugi (Gobin), Andrea Patucelli (Crebillon), Polina Volfson (Yvette), Alessandra Meozzi (Bianca) e Annunziata Vestri (Suzy).

Il Maestro Alberto Veronesi, che del Festival Puccini è anche direttore artistico, ha scelto di presentare La Rondine in questa rarissima versione, proseguendo nel progetto di valorizzazione del patrimonio artistico musicale che merita di essere riscoperto dal pubblico e dalla critica, soprattutto quando si tratta, come nel caso di La Rondine di una partitura di straordinario valore artistico.

L'allestimento del Festival Puccini di Torre del Lago diventerà presto anche un DVD in alta definizione che sarà realizzato dalla Fondazione Festival Pucciniano e Dynamic colmando una lacuna poiché l'unica testimonianza video di questo titolo è la registrazione storica del San Carlo di Napoli dell'allestimento del 1958.

LA RONDINE

DALLA PRIMA EDIZIONE DEL 1917 ALLA III EDIZIONE DEL 1921

Dopo la prima edizione del 1917 che il teatro di Monte-Carlo mise in scena il 27 marzo e dopo le prime italiane, Puccini – non pienamente soddisfatto - fece due diverse revisioni della partitura nel 1920 e 1921.

Ne risultarono, secondo abitudine di Puccini, tre edizioni tutte stampate. Il maestro sembrò particolarmente convinto della terza edizione e caldeggiò con insistenza che la si rappresentasse, senza tuttavia riuscirvi.

Dalla prima alla IV versione

A Torre del Lago, per la prima volta in Italia, il Festival Puccini metterà in scena la IV versione il 10 e il 16 agosto 2007.

A differenza delle edizioni (quelle originali create da Puccini) per versioni si intendono quelle realizzate a partire dal 1994 su richiesta dei teatri inserendo nella I edizione (che corrisponde alla 1º versione) altre parti tratte dalla 2º e dalla 3º edizione, ricostruite sulla base di riduzioni per canto e piano.

Nel 1987 il teatro Comunale di Bologna rappresenta la prima assoluta della III edizione de La rondine con pianoforte, eseguendo al pianoforte le pagine della partitura perdute, in base alla riduzione canto-piano superstite.

Nel 1993-94 a Torino fu messa in scena al Teatro Regio la prima assoluta della III edizione de La rondine con l'orchestra. L'orchestrazione delle parti mancanti del terzo atto, fu infatti eseguita da Lorenzo Ferrero (parte del preludio, terzetto delle vendeuses, duetto Magda- Rambaldo). Con la II Versione, nel 1997 si aggiunge l'aria di Ruggero “Parigi…” del primo atto (presente solo nell' edizione del 1920).

La III versione mantiene il primo e il secondo atto dell'edizione 1917, mentre prende dalla III edizione del 1921, mai rappresentata, l'intero terzo atto che ha un finale diverso e più drammatico: nel duetto finale i due protagonisti si scambiano la linea vocale e hanno parole diverse, ma la parte strumentale è quella originale di Puccini.

La IV versione aggiunge quindi, rispetto alla III, l'aria di Ruggero “Parigi…” nel primo atto. Anche la trama delle edizioni / versioni presenta delle differenze; in particolare il finale che sarà rappresentato a Torre del Lago è quello ancora più drammatico della vicenda amorosa di Magda e Ruggero, in cui Ruggero riceve un telegramma anonimo attraverso il quale scopre che la sua amata Paulette si chiama in realtà Magda ed è l' amante del ricco Rambaldo. Ruggero accecato dall'ira per esser stato ingannato da Magda/Paulette si allontana definitivamente da lei.

 
 
Archivio Documenti di musica e opera lirica - Recensioni - Interviste - Medicina - Articoli - Novità
Ultime Novità ed Eventi di musica e opera lirica
stagioni liriche

Dite la vostra...



 

Esprimi un giudizio sul documento e visualizza i risultati

 
                            

Codice di sicurezza (Aiuto Aiuto):

Scrivi nella casella i caratteri che vedi nell'immagine.

Codice di sicurezza          

 
 
Cookie | Privacy Policy | Copyright 2006 © | Powered by Andrea Ferretti | 12/7/16 11:28
Liricamente.it utilizza cookie, anche di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie    Leggi tutto Ok