√ LIRICAMENTE.IT >>IL SITO PER GLI APPASSIONATI DI MUSICA LIRICA E OPERA LIRICA Concorso Internazionale di canto lirico di Spoleto Corsi di Alta Formazione Accademia Maggio Musicale Fiorentino
Dati dimenticati?

IL SITO PER GLI APPASSIONATI DI OPERA LIRICA

Chiudi Finestra
Home  Mappa  Contatti  RSS 

Rigoletto di Giuseppe Verdi al Teatro Pergolesi di Jesi

Redazione Liricamente, 15/11/2011

In breve:

Sette teatri in coproduzione con Jesi per Rigoletto di Giuseppe Verdi, in scena al Teatro Pergolesi di Jesi da venerdì 25 novembre, con repliche sabato 26 novembre alle ore 21.00 e domenica 27 novembre alle ore 16.00, anteprima giovani mercoledì 23 novembre alle ore 16.00. Regia, scene e costumi sono di Massimo Gasparon, Giampaolo Maria Bisanti dirige la FORM Orchestra Filarmonica Marchigiana.
Per il nuovo allestimento, una coproduzione tra Jesi e altri sette teatri: Sferisterio di Macerata, teatri del Circuito Lirico Lombardo (Como, Brescia, Cremona, Pavia, Arcimboldi di Milano), Teatro dell'Aquila di Fermo.


Dopo Lo frate 'nnamorato di Pergolesi e L'elisir d'amore di Donizetti, continua al Teatro Pergolesi di Jesi la 44^ Stagione Lirica di Tradizione a cura della Fondazione Pergolesi Spontini con un titolo tra i più popolari della produzione verdiana, Rigoletto.
Il melodramma in tre atti di Giuseppe Verdi, su libretto di Francesco Maria Piave, sarà in scena venerdì 25 novembre, con repliche sabato 26 novembre alle ore 21.00 e domenica 27 novembre alle ore 16.00, preceduto da una anteprima riservata ai giovani, il 23 novembre alle ore 16.00. Il nuovo allestimento è una coproduzione tra Fondazione Pergolesi Spontini, Associazione Arena Sferisterio di Macerata, Teatri del Circuito Lirico Lombardo e Teatro dell'Aquila di Fermo.

Regia, scene e costumi sono firmati da Massimo Gasparon, che immagina un Rigoletto travestito da Pulcinella che tresca e odia, ama e si dispera sullo sfondo della Venezia immortalata da Tiepolo.
"L'atmosfera tiepolesca e veneziana rievoca il fasto veneziano del Gran Teatro la Fenice di Venezia, dove l'opera andò in scena per la prima volta nel 1851" spiega Gasparon. "Già nel XVIII secolo il Tiepolo rappresentò i suoi famosi "Pulcinelli acrobati" che tanto incuriosirono e piacquero. Una sala degna del Veronese ci mostra un duca annoiato da feste in maschera, la cui unica evasione è la novità. Gilda è solo un oggetto di piacere temporaneo, usato e gettato senza interesse, come accade a tante innocenti. I cortigiani, costretti alla mascherata perpetua, sono archetipi della superficialità, del disonesto e dello squallore dell'ignoranza. Maschere senza anima, incapaci di umanità. Ed in una società edonistica come questa, il travestimento si erge ad anima".
Da qui l'idea di Rigoletto-Pulcinella, che "sopravvive tra noi, malinconico superstite di un tempo che più non è, costretto ancora nel suo bianco camicione, con la sua gobba e il volto celato dalla mezza maschera con naso adunco, espressione della logica più volgare e plebea, beffato e beffatore, sempre sull'orlo della catastrofe".
Nell'ottobre 2011 Massimo Gasparon ha debuttato all'Opéra de Lausanne con Norma di Bellini. Tra i recenti impegni, Dido and Aeneas a Toulon, Tosca a Palm Beach, Un ballo in maschera a Menorca e Parma.

Giampaolo Maria Bisanti dirige la FORM Orchestra Filarmonica Marchigiana. Bisanti, che ha debuttato 21 titoli operistici e diretto più di 400 concerti sinfonici in Italia e all'estero, nel 2010 ha diretto la Madama Butterfly a Kyoto, Osaka e Kobe, La Traviata a Napoli, Il Barbiere di Siviglia al Comunale di Ravenna, e nel 2011 ha diretto a San Francisco.
Il Coro Lirico Marchigiano "V. Bellini" è diretto da David Crescenzi. Aiuto regia, Matteo Mazzoni.

Nel primo cast affermati interpreti della scena lirica internazionale, come Simone Piazzola che canta Rigoletto, il tenore georgiano Shalva Mukeria nel ruolo del Duca di Mantova, e il soprano siberiano Irina Dubrovskaya nel ruolo di Gilda.
Nel secondo cast Rigoletto è il baritono spagnolo Luis Cansino, Gilda è il soprano moldavo Natalia Roman, il Duca di Mantova è Jenish Ysmanov, tenore del Kirghizistan. Nella compagnia di canto sono inoltre Eugeniy Stanimirov (Sparafucile), Alessandra Palomba (Maddalena), Veronica Senserini (Giovanna), Pasquale Amato (Il Conte di Monterone), Mirko Quarello (Marullo), Saverio Pugliese (Matteo Borsa), Marian Reste (Il Conte di Ceprano), Miriam Artiaco (La Contessa di Ceprano), Bianca Tognocchi (Paggio), Adrien Charles Page (Usciere).

Con Il trovatore e La traviata, Rigoletto è parte della cosiddetta Trilogia popolare di Giuseppe Verdi. L'opera venne composta su libretto di Francesco Maria Piave che si ispirò al dramma di Victor Hugo Le Roi s'amuse. Così come il dramma di Hugo fu bloccato dalla censura, perchè raccontava il libertinaggio del re di Francia Francesco I e le dissolutezze della sua corte, anche Rigoletto fu inizialmente oggetto della censura. Nell'opera di Verdi si arrivò però al compromesso di far svolgere l'azione alla corte di Mantova, ormai scomparsa, il re di Francia fu trasformato nel duca di Mantova e il nome del protagonista fu cambiato da Triboulet in Rigoletto. Così andò in scena, per la prima, l'11 marzo 1851 al Teatro La Fenice di Venezia.

La 44^ stagione lirica del Teatro Pergolesi di Jesi, organizzata dalla Fondazione Pergolesi Spontini guidata dall'Amministratore Delegato William Graziosi e dal Direttore Artistico Gianni Tangucci, si avvale del sostegno del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, della Regione Marche, della Provincia di Ancona, del Comune di Jesi, del patrocinio del Consiglio Regionale delle Marche.
Si ringraziano per il contributo i privati uniti in Art Venture, la Camera di Commercio di Ancona, e Banca Marche, Sponsor principale della Stagione Lirica.

 
 
Archivio Documenti di musica e opera lirica - Recensioni - Interviste - Medicina - Articoli - Novità
Ultime Novità ed Eventi di musica e opera lirica
teatro pergolesi spontini

Dite la vostra...



 

Esprimi un giudizio sul documento e visualizza i risultati

 
                            

Codice di sicurezza (Aiuto Aiuto):

Scrivi nella casella i caratteri che vedi nell'immagine.

Codice di sicurezza          

 
 
Cookie | Privacy Policy | Copyright 2006 © | Powered by Andrea Ferretti | 12/8/16 06:52
Liricamente.it utilizza cookie, anche di terze parti. Se vuoi saperne di pi¨ o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie    Leggi tutto Ok