√ LIRICAMENTE.IT >>IL SITO PER GLI APPASSIONATI DI MUSICA LIRICA E OPERA LIRICA Concorso Internazionale di canto lirico di Spoleto Corsi di Alta Formazione Accademia Maggio Musicale Fiorentino
Dati dimenticati?

IL SITO PER GLI APPASSIONATI DI OPERA LIRICA

Chiudi Finestra
Home  Mappa  Contatti  RSS 

» Recensione dell'opera lirica Il cappello di paglia di Firenze di Nino Rota al Teatro Ponchielli di Cremona

William Fratti, 23/11/2011

In breve:
Cremona, 4 novembre 2011 - Al Teatro Ponchielli di Cremona va in scena Il cappello di paglia di Firenze del premio Oscar Nino Rota, per la regia di Elena Barbalich e Danilo Rubeca.


Nel centenario della nascita del premio Oscar Nino Rota, il Circuito Lirico Lombardo, in coproduzione con l'Opera Giocosa di Savona e il Teatro Sociale di Rovigo, mette in scena il nuovo allestimento del Teatro Petruzzelli di Bari de Il cappello di paglia di Firenze, capolavoro musicale che pare attingere da Rossini, sembra fare l'occhiello a Falstaff e Gianni Schicchi e ha lo stesso sapore di Die lustige Witwe e di Die Fledermaus.

La prima serata al Teatro Ponchielli di Cremona è un vero successo e soprattutto una gradita sorpresa per tutti gli appassionati che non conoscono l'opera del compositore de Il Gattopardo, 8 ½ e Il padrino. La regia di Elena Barbalich è efficace e accattivante, sa seguire il continuo cambiamento di situazione in maniera omogenea e le macchiette sono divertenti, mai eccessive. È coadiuvata da Danilo Rubeca che cura anche gli allegri movimenti coreografici, primo fra tutti il coro delle modiste nel primo intermezzo. Davvero piacevole. Di buon gusto anche scene e costumi di Tommaso Lagattola e le luci di Michele Vittoriano. Giovanni Di Stefano dirige correttamente la svogliata Orchestra Lirica I Pomeriggi Musicali, anche se i colori, i cromatismi e l'espressività rotiane sono lasciate nel dimenticatoio. Il Coro del Circuito Lirico Lombardo, guidato da Antonio Greco e Diego Maccagnola, si comporta meglio del solito.

Leonardo Cortellazzi è un Fadinard efficacissimo, interpreta il personaggio molto bene ed esegue la parte musicale con voce chiara e leggera, morbida e duttile, omogeneo nel passaggio all'acuto, dimostrando di possedere una buona linea di canto.

Lo affianca Manuela Cucuccio nel ruolo di Elena, molto realistica anche grazie alla sua giovinezza, ma certamente acerba nella vocalità. Le note ci sono, ma non la tecnica, pertanto spesso perde l'intonazione e gli acuti non sono sempre puliti. Purtroppo la soprano è indubbiamente vittima della moda sempre più frequente di far debuttare i giovani a ogni costo, anche quando non sono ancora pronti, approfittando della loro inesperienza.

Domenico Colaianni è un divertentissimo Nonancourt ed è certamente uno dei migliori interpreti di questi ruoli brillanti poco inficiati dalla tradizione, poiché è in grado di personalizzare tali personaggi e di dare loro voce col giusto carattere, grazie ad un buon uso degli accenti un ottimo recitativo.

Filippo Fontana, vincitore del concorso As.Li.Co, dimostra di possedere le giuste qualità e la corretta preparazione per affrontare il debutto della parte di Beaupertuis, la cui aria di sortita È una cosa incredibile – che a tratti si volge a Ford di Falstaff, poi ad Alfio di Cavalleria rusticana – non è certamente priva di difficoltà. Lo squillo luminoso, gli acuti ben saldi e il fraseggio espressivo fanno di questo giovane artista una promessa per il futuro.

Il personaggio della baronessa di Champigny, che rimanda al principe Orlofsky de Il Pipistrello, è affidato alla voce leggermente brunita di Marianna Vinci, corretta nel cantabile, piacevole nei centri, ma non sempre limpida negli acuti.
Concludono Anna Maria Sarra e Simone Alberti, poco adeguati nei ruoli di Anaide ed Emilio; Raoul d'Eramo, efficace nella parte dello zio Vezinet, meno in quella del Visconte Achille; Roberto Covatta nei panni di Felice, molto credibile sia nella voce che nel personaggio; Silvia Giannetti, incerta nel ruolo della modista; Alessandro Mundula e Jozef Carotti, una guardia e un caporale.

 
 
Archivio Documenti di musica e opera lirica - Recensioni - Interviste - Medicina - Articoli - Novità
Archivio Recensioni Teatri Opere Liriche
teatro ponchielli

Dite la vostra...



 

Esprimi un giudizio sul documento e visualizza i risultati

 
                            

Codice di sicurezza (Aiuto Aiuto):

Scrivi nella casella i caratteri che vedi nell'immagine.

Codice di sicurezza          

 
 
Cookie | Privacy Policy | Copyright 2006 © | Powered by Andrea Ferretti | 12/9/16 18:22
Liricamente.it utilizza cookie, anche di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie    Leggi tutto Ok