√ LIRICAMENTE.IT >>IL SITO PER GLI APPASSIONATI DI MUSICA LIRICA E OPERA LIRICA Concorso Internazionale di canto lirico di Spoleto Corsi di Alta Formazione Accademia Maggio Musicale Fiorentino
Dati dimenticati?

IL SITO PER GLI APPASSIONATI DI OPERA LIRICA

Chiudi Finestra
Home  Mappa  Contatti  RSS 

Amore e morte nella Norma di Vincenzo Bellini in scena al Teatro Govi di Genova Bolzaneto.

Coro Belvedere Genova, 20/03/2012

In breve:
Genova, 31 marzo - Al Teatro Rina e Gilberto Govi va in scena il tema dell'amore che va oltre il tempo e la storia: Norma, tragedia lirica in due atti, musicata da Vincenzo Bellini su libretto di Felice Romani.


"In Norma echeggia continuamente l'antico concetto di Eros e Thanatos, al quale i classici erano molto legati, e dal quale nemmeno Romani e tantomeno Bellini si sono staccati": questo è il concetto primo, alla base dell'allestimento di Norma, che si sta preparando al Teatro Rina e Gilberto Govi di Genova.

Nata da una rielaborazione della tragedia di Alexandre Soumet dal titolo Norma ou L'infanticide, la storia scorre in una successione in cui si alternano i vari ruoli di Norma: quello pubblico dei momenti rituali e collettivi e quello privato degli affetti personali ove si scatena il conflitto delle passioni che coinvolgono Norma, Pollione e Adalgisa. L'avvicendamento dei vari ruoli evidenzia la complessità psicologica della protagonista, ora sacerdotessa e guida del suo popolo, ora amante e poi madre.

Il contesto storico è quello dell'invasione romana in Gallia. Norma, sacerdotessa dei Druidi, è travolta dalla passione per Pollione, suo nemico, dal quale ha due figli. Pollione si innamora di un'altra sacerdotessa di nome Adalgisa, la quale confessa a Norma di aver infranto il voto di castità senza rivelare il nome del suo amato.

Norma proscioglie dal voto la novizia riconoscendo in essa i propri sentimenti, ma quando scopre dalla stessa Adalgisa che Pollione è il suo innamorato, decide di uccidere i due figli. L'amore materno però prevale e Norma opta per il suicidio; chiede ad Adalgisa di adottare i suoi figli e di condurli a Roma dopo aver sposato Pollione, ma Adalgisa rifiuta e promette a Norma di convincere Pollione a tornare con lei.

Quando però apprende che il colloquio con Pollione non ha ottenuto l'effetto desiderato chiama i Galli a raccolta e proclama guerra ai Romani. Sta per pronunciare il nome della vittima da immolare al dio quando si scopre che Pollione è penetrato nel chiosco per rapire Adalgisa. Norma dapprima vuole colpirlo con un pugnale, poi offre la propria vita purché egli abbandoni Adalgisa. L'uomo rifiuta e Norma decide di sacrificare Adalgisa, una sacerdotessa che ha infranto i voti e tradito la patria. Ma realizza che le colpe di Adalgisa sono identiche alle sue e perciò pronuncia il proprio nome. Pollione, commosso, decide di morire con lei. Dopo aver messo al sicuro i propri figli Norma sale sul rogo insieme all'uomo amato.

Per quanto riguarda la messa in scena, si vuole sottolineare come la parte meramente storica, legata al periodo romantico in cui è inserita, permette alla vicenda di prendere una piega passionale, il cui epilogo è il sacrificio d'amore di Norma e Pollione.

Norma sarà interpretata dal soprano Maria Simona Cianchi, Pollione dal tenore Nicola Simone Mugnaini, Adalgisa avrà la voce del contralto Elena Serra, Oroveso quella del basso Marco Pauluzzo; il tenore Luigi Fabemoli interpreterà il ruolo di Flavio e il mezzosoprano Meguerdidjian Gaelle quello di Clotilde; il Coro Lirico Calauce sarà diretto dal Mº Giampaolo Vessella.

La direzione dell'Orchestra sinfonica Belvedere di Genova sarà affidata al Mº Lorenzo Mazzieri, giovane direttore genovese, mentre la regia (insieme a scene, costumi e luci) sarà curata dal Mº Mirco Michelon, giovane regista trentino. I due professionisti, che hanno alle spalle numerose produzioni in ambito operistico-musicale a livello nazionale ed internazionale, ricreano il binomio Regista-Direttore d'orchestra, che tanta fortuna e tanta qualità ha dato all'opera lirica (si pensi alle accoppiate Visconti-Mannino, Strehler-Abbado, Ronconi-Muti e tante altre).

Con quest'operazione nasce una forte sinergia tra l'Associazione culturale-artistica Volo della Fenice di Trento e l'Associazione culturale Coro Belvedere di Genova, le quali hanno unito intenti e passioni, per far sì che il teatro musicale possa essere sempre più usufruito da nuovi pubblici.

 
 
Archivio Documenti di musica e opera lirica - Recensioni - Interviste - Medicina - Articoli - Novità
Ultime Novità ed Eventi di musica e opera lirica
 

Dite la vostra...



 

Esprimi un giudizio sul documento e visualizza i risultati

 
                            

Codice di sicurezza (Aiuto Aiuto):

Scrivi nella casella i caratteri che vedi nell'immagine.

Codice di sicurezza          

 
 
Cookie | Privacy Policy | Copyright 2006 © | Powered by Andrea Ferretti | 12/9/16 20:18
Liricamente.it utilizza cookie, anche di terze parti. Se vuoi saperne di pi¨ o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie    Leggi tutto Ok