√ LIRICAMENTE.IT >>IL SITO PER GLI APPASSIONATI DI MUSICA LIRICA E OPERA LIRICA Concorso Internazionale di canto lirico di Spoleto Corsi di Alta Formazione Accademia Maggio Musicale Fiorentino
Dati dimenticati?

IL SITO PER GLI APPASSIONATI DI OPERA LIRICA

Chiudi Finestra
Home  Mappa  Contatti  RSS 

Recensione dell'opera Die Walküre di R. Wagner dal Maggio Fiorentino

William Fratti, 17/02/2013

In breve:
Trionfale e accuratissima esecuzione del grande Zubin Mehta, cast alterno


Il Maggio Musicale Fiorentino, come molti altri teatri italiani, inaugura la Stagione del Bicentenario con Wagner, in segno di ospitalità nei confronti del compositore tedesco, lasciando invece a Verdi il palcoscenico della prima del Maggio. Per l'occasione la scelta cade su Die Walküre, nel fortunatissimo allestimento de La Fura dels Baus del 2007. Lo spettacolo futuristico e altamente tecnologico è sempre efficacissimo e di forte impatto e il ringraziamento va a tutta la squadra, da Carlus Padrissa ad Alejandro Stadler, che riprende la regia originale, alle immagini video di Franc Aleu, alle scene di Roland Olbeter, alle luci di Peter van Praet riprese da Gianni Paolo Mirenda, ai costumi di Chou Uroz, all'impianto drammaturgico di Cesare Mazzonis, a tutti gli attori de La Fura dels Baus e a tutti i figuranti speciali.
 
Protagonista indiscusso della serata è Zubin Mehta, che dirige l'Orchestra del maggio Musicale Fiorentino con la consueta precisione svizzera, attentissimo alla purezza del suono, all'intensità degli accenti, alle sfumature dei colori, al sapiente uso dei chiaroscuri, dai pianissimi ai fortissimi, guidando ogni musicista ed ogni cantante in una resa eccellente della prima giornata dell'Anello del Nibelungo.
 
Brünhilde è un'insoddisfacente Jennifer Wilson, che rende un'interpretazione ridotta ai minimi termini, lasciando trasparire ben poco l'amore, l'ardore e l'intensità di cui questo personaggio dovrebbe essere pervaso. Anche la vocalità, abbastanza dura e ruvida, soprattutto nel registro acuto, si accompagna più facilmente con la vecchia tradizione – che erroneamente crede che il canto wagneriano sia fatto per urlatori – piuttosto che con la lettura accuratissima di Mehta.
 
Al contrario Juha Uusitalo, nei panni di Wotan, va premiato per lo spessore emotivo che dona al ruolo, intimissimo quanto toccante nei piani, nell'uso delle mezze voci e negli accenti patetici, soprattutto nei due duetti con la figlia. Volendo cercare il pelo nell'uovo, va notato che la voce è talvolta malferma negli acuti in forte.
 
Morbida nell'emissione vocale ed omogenea nella linea di canto è l'elegante Sieglinde di Elena Pankratova, che dipinge un personaggio sinceramente intenso. Eccellente è l'esecuzione di primo e secondo atto, mentre sono forse leggermente dure le poche frasi precedenti alla sua uscita di scena nel terzo.
Lo stesso vale per il Sigmund di Torsten Kerl, abile nei piani e nelle mezze voci, buon fraseggiatore, ricco di chiaroscuri e appassionato nella resa del ruolo. Il solo neo di tutta l'esecuzione e una pecca proprio nella frase conclusiva della parte.
 
Molto positiva è anche la prova di Daniela Denschlag nei panni di Fricka, brunita e morbida nella vocalità, autorevole ed imperativa nell'interpretazione.

Efficaci Stephen Milling nel ruolo di Hunding e Bernadette Flaitz, Jacquelyn Wagner, Pilar Vazquez, Maria Radner, Eugenia Bethencourt, Julia Rutigliano, Patrizia Scivoletto, Stefanie Iranyi nelle vesta delle valchirie, pur con qualche alto e basso. 

 
 
Archivio Documenti di musica e opera lirica - Recensioni - Interviste - Medicina - Articoli - Novità
Archivio Recensioni Teatri Opere Liriche
recensioni

Dite la vostra...



 

Esprimi un giudizio sul documento e visualizza i risultati

 
                            

Codice di sicurezza (Aiuto Aiuto):

Scrivi nella casella i caratteri che vedi nell'immagine.

Codice di sicurezza          

 
 
Cookie | Privacy Policy | Copyright 2006 © | Powered by Andrea Ferretti | 12/7/16 23:09
Liricamente.it utilizza cookie, anche di terze parti. Se vuoi saperne di pi o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie    Leggi tutto Ok