√ LIRICAMENTE.IT >>IL SITO PER GLI APPASSIONATI DI MUSICA LIRICA E OPERA LIRICA Concorso Internazionale di canto lirico di Spoleto Corsi di Alta Formazione Accademia Maggio Musicale Fiorentino
Dati dimenticati?

IL SITO PER GLI APPASSIONATI DI OPERA LIRICA

Chiudi Finestra
Home  Mappa  Contatti  RSS 

LA TRAVIATA

di Giuseppe Verdi su libretto di Francesco Maria Piave

Personaggi

  • VIOLETTA VALÉRY (soprano)
  • FLORA BELVOIXamica di Violetta (mezzosoprano)
  • ANNINAserva di Violetta (soprano)
  • GIORGIO GERMONT (baritono)
  • ALFREDO GERMONTfiglio di Giorgio Germont (tenore)
  • GASTONEVisconte di Letorières (tenore)
  • IL MARCHESE D'OBIGNY (basso)
  • IL BARONE DOUPHOL (baritono)
  • IL DOTTORE DI GRENVIL (tenore)
  • GIUSEPPEservo di Violetta (tenore)
  • UN SERVO DI FLORA (basso)
  • UN COMMISSARIO (basso)
  • CORO Signore e Signori amici di Violetta; Zingarelle e Matadores
Trama opera di La Traviata di Giuseppe Verdi

Introduzione

Melodramma in tre atti di Giuseppe Verdi su libretto di Francesco Maria Piavetratto da La dame aux camélias di Alexandre Dumas.
La prima rappresentazione fu al "Teatro La Fenice" di Venezia il 6 Marzo 1853.

Trama

ATTO I

L'azione si svolge a Parigi a metà dell' '800.
C'è una gran festa nell'elegante casa parigina di Violetta Valéry, una mondana famosa amante del barone Douphol: è un modo per soffocare il dolore e le pene che le dà la sua malattia.
Il visconte Gastone De Letorières le presenta un giovane, Alfredo Germont, suo ammiratore. Questi invita Violetta a ballare, ma dopo pochi passi la donna, colta da una violenta crisi di tosse, è costretta a fermarsi.
Alfredo le dichiara il suo amore e Violetta gli dona una camelia, il suo fiore preferito, promettendo di rivederlo quando sarà appassita.
Partiti gli invitati e rimasta sola,si rende conto di essere per la prima volta veramente innamorata.

ATTO II

Quadro Primo.
Violetta e Alfredo vivono felici in una villa di campagna.
Il giovane, venuto a sapere dalla cameriera Annina che Violetta ha venduto i gioielli per pagare le loro spese, si precipita a Parigi per procurarsi del denaro. Violetta, rimasta sola, riceve la visita di Giorgio Germont, il quale le chiede di troncare la relazione che minaccia di portare alla rovina il proprio figlio.
Violetta, sdegnata, gli dimostra che è stata lei a vendere i suoi gioielli e afferma di non aver mai chiesto denaro all'amante.
Germont sembra convinto, ma non rinuncia al proposito di separarli e la scongiura di rinunciare ad Alfredo per non rovinare il fidanzamento della figlia a causa dello scandaloso legame. Violetta senza parenti né amici e provata dalla tisi non può accettare.
Germont le fa notare che, quando il tempo avrà cancellato la sua avvenenza, Alfredo si stancherà di lei.
Violetta accetta di lasciare Alfredo e scrive dapprima al barone Douphol poi all'amante per comunicargli la sua decisione.
Quando Alfredo ritorna, Violetta parte: il giovane crede che si assenti solo per una visita, ma, quando apprende che è partita per Parigi su invito di Flora, si ingelosisce e decide di raggiungerla, nonostante le suppliche del padre.
Quadro secondo.
Alla festa in casa di Flora Bervoix Violetta giunge accompagnata dal barone; Alfredo è al tavolo da gioco e, alla richiesta della giovane, risponde che se ne andrà solo se lo seguirà. Violetta è costretta a rivelargli di aver giurato a Douphol di non rivederlo mai più: lascia credere di aver fatto questo giuramento per non raccontare del colloquio avuto con il padre del giovane.
Alfredo allora, indignato, getta il denaro vinto al gioco ai piedi di Violetta che sviene in braccio a Flora; il padre, sopraggiunto, lo rimprovera per il gesto, ma non li svela la verità.

ATTO III

La tubercolosi si fa più acuta e il dottor Grenvil rivela ad Annina che la sua padrona è in fin di vita. Violetta, sola nella stanza, rilegge la lettera nella quale il vecchio Germont le annuncia di aver rivelato la verità ad Alfredo che sta per raggiungerla.
Annina porta la buona notizia: è arrivato Alfredo, che entra, abbraccia Violetta e le promette di portarla con sé a Parigi.
Arriva anche Giorgio Germont, che manifesta il proprio rimorso.
Violetta sembra riacquistare le forze, si alza dal letto, ma subito muore.

Brani celebri

  • Atto Primo
    • Libiam ne' lieti calici Violetta, Alfredo e coro
    • Un dì felice, eterea Alfredo e Violetta
    • È strano!....Follie, FOllie!, Violetta
  • Atto Secondo
    • De' miei bollenti spiriti, Alfredo
    • Pura siccome un angelo, Germont e Violetta
    • Che fai?/ Nulla / Scrivevi? Alfredo e Violetta
    • Di Provenza il mar, il suol, Germont
    • Noi siamo zingarelleā€¦ Coro
    • Mi chiamaste?che bramate?.. Alfredo e Violetta
  • Atto Terzo
    • Teneste la promessaā€¦ Violetta
    • Parigi, o cara Alfredo e Violetta
    • Gran Dio! Morir sì giovane, Violetta

Libretto

Leggi il libretto dell'opera La Traviata di Giuseppe Verdi in formato pdf


Torna ai risultati della ricerca delle trame d'opera

Torna all'indice delle trame delle opere

Inserisci il curriculum Alta VisibilitĆ 

Si tratta di un'ottima occasione per farsi conoscere nel mondo della musica e dell'opera lirica e ti consentirĆ  di essere contattato direttamente dalla persone interessate.
Guarda i curricula giĆ  inseriti:

»Curriculum Musicisti Cantanti lirici Insegnanti di canto e Artisti di musica e di opera lirica

Iscrivi il tuo Coro

Se il tuo coro non ha il sito web oppure vuoi aumentarne la popolarità allora iscrivilo al nostro sito.
Guarda i cori già inseriti:

Elenco cori di musica e opera lirica

Cookie | Privacy Policy | Copyright 2006 © | Powered by Andrea Ferretti | 3/23/17 15:16
Liricamente.it utilizza cookie, anche di terze parti. Se vuoi saperne di pił o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie    Leggi tutto Ok