√ LIRICAMENTE.IT >>IL SITO PER GLI APPASSIONATI DI MUSICA LIRICA E OPERA LIRICA Concorso Internazionale di canto lirico di Spoleto Corsi di Alta Formazione Accademia Maggio Musicale Fiorentino
Dati dimenticati?

IL SITO PER GLI APPASSIONATI DI OPERA LIRICA

Chiudi Finestra
Home  Mappa  Contatti  RSS 

Marcello Del Monaco - Il maestro dei Tenori

Redazione Liricamente, 22/12/2014

In breve:
Durante le vacanze di Natale, desideriamo proporvi una lettura molto interessante. Si tratta del libro "Marcello Del Monaco - Il maestro dei tenori" a cura di Donella Del Monaco ed Elena Filini, con un saggio di Franco Fussi - Diastema Editrice. Interessante intervista di Marcello a Mario Del Monaco sul canto lirico.


Durante le vacanze di Natale, desideriamo proporvi una lettura molto interessante. Si tratta del libro "Marcello Del Monaco - Il maestro dei tenori" a cura di Donella Del Monaco ed Elena Filini, con un saggio di Franco Fussi - Diastema Editrice.
Questo volume ricostruisce memorie inedite della famiglia Del Monaco includendo le originali testimonianze di Alberto Del Monaco, fratello di Mario e Marcello e di Giancarlo Del Monaco, primogenito del tenore e regista internazionale, ma è insieme il primo tentativo compiuto di riflessione su un'impostazione vocale, la cosiddetta tecnica Melocchi-Del Monaco, intorno alla quale oggi ferve un ampio dibattito.

A sostegno dell'astro del grande Mario Del Monaco fu schierata un'intera famiglia e in particolare il fratello Marcello, intellettuale e gentile, ottimo musicista, fine poeta, destinato a scoprire, a oltre tren'tanni, la propria vocazione di maestro di canto.

Il libro, particolarmente curato nel testo e contornato da bellissime foto, si arricchisce con due cd che da soli rappresentano una vera e propria "scuola di canto" con arie cantate da coloro che hanno messo in pratica la suddetta tecnica di canto: Gianfranco Cecchele, Angelo Mori, Nicola Martinucci , Silvano Carroli, Giuseppe Giacomini, Nicola Martinucci e molti altri che hanno rilasciato anche delle interviste interessanti.

Riportiamo alcune pagine tra le più interessanti, ma vi assicuriamo che apportare la scelta non è stata impresa facile, perchè tutto il contenuto è assolutamente imperdibile!

Intevista di Marcello Del Monaco al fratello Mario - Treviso, 1979

Marcello e Mario Del MonacoChe consigli daresti a un giovane che desidera intraprendere lo studio del canto?
Caro Marcellino, per me lo studio del canto si può dividere in due parti: quella tecnica che si impara a scuola e imposta la voce, e quella interpretativa e stilistica che sorge pian piano se lo studente è dotato. Se il giovane possiede delle doti lo dimostrerà rapidamente, se non ne ha non si rivelerà mai un cantante di talento; potrà essere un cantante di bella voce, ma mai di talento

 Secondo te quali doti deve avere, in ordine d'importanza, un cantante? Dti vocali, tecniche o sceniche?
A mio avviso, la dote più importante è la voce, poi la tecnica, perchè senza di essa la voce non si può usare. E' ugualmente importante la personalità interpretativa che fa la differenza tra il cantante e l'artista. Se non hai una buona tecnica e anche un bel modo di cantare, non sarai mai un divo.

....
La bellezza fisica è importante?
Importantissima. Alcuni cantanti, uomini e donne, hanno puntato molto sulla loro avvenenza. Certo è che il pubblico dirà sempre: ha fatto carriera anche perchè è una bella donna o un bell'uomo. Caruso era brutto, anzi bruttissimo, però ha fatto carriera lo stesso. Se c'è la bellezza è meglio, ma non è determinante. Sarebbe fatuo e superficiale per un giovane cantante puntare esclusivamente su questo.

Ripeto: se si possiede una grande personalità e una voce stupenda, la bellezza sarà un fattore che contribuirà al successo, perchè è chiaro che un interprete bello, oltre che bravo, riesce a magnetizzare maggiormente il pubblico rispetto a uno dotato ma con un aspetto poco attraente.
Personalmente, preferisco il cantante non bello fisicamente ma con una bella voce, piuttosto che uno bellissimo ma dalle doti artistiche modeste.
Concludo dicendo che la bellezza va ben spesa e a buo intenditor....

...
Dicono che tu hai cantato di fibra. Come mai allora la tua voce è durata e dura da circa trentacinque anni?
Allora ero sempre in buona compagnia! Anche Enrico Caruso cantava di fibra, tant'è vero che in principio di carriera, nel 1908, pur essendo già affermato, gli dissero: "Ma lei, cantando così, non durerà, perchè bisogna cantare sul risparmio, sull'interesse e non sul capitale". E lui rispose: "Io sono un cantante, non un ragioniere". E ha cantato a lungo e bene.
Io faccio lo stesso discorso. A me non interessano i cantanti che risparmiano la loro voce, questo è squallido. Il cantante dev'essere generoso, deve dare tutto se stesso e non pensare al domani, come un lottatore o un eroe che dà il suo sangue. Colui che pensa al risparmio non è un artista, ma come giustamente diceva Caruso, un ragioniere... senza nulla togliere alla categoria!

Quali accorgimenti tecnici hai adoperato per avere una così lunga salute vocale?
In effetti non esiste un segreto, ma una strada. La voce è una dote naturale che si può sviluppare attraverso determinati esercizi tecnici. Questi esercizi si devono fare semper e, allorquando si comincerà ad avvertire la fprima défaillance vocale, ancor più, perchè non è la voce che si consuma e che se ne va, è la tecnica che abbandona il cantante. Il segreto è questo: bisogna saper scegliere il tipo di vocalizzo... tu sai bene quale, e ripeterlo fino a quando la voce sarà tornata a essere come la natura ce l'ha consegnata. Bisogna avvertire in tempo i sintomi della fatica vocale, perchè poi è veramente difficile rimettersi al lavoro per piegare i muscoli e le catilagini.

.... L'intervista prosegue fornendo molti altri spunti di riflessione, ma vi consigliamo di godervela con calma leggendo e rileggendo il libro.

Particolarmente interessante, i giovani cantanti troveranno la sezione "I fonamenti della tecnica dai nastri delle lezioni di Marcello Del Monaco" in cui viene ben esposta la differenza tra appoggio e sostegno, vengono sviscerati i punti cardine della tecnica Del Monaco (Respirazione e appoggio - La posizione del canto - Il passaggio di registro) e infine il delicato e spinoso capitolo sulla scelta dell'insegnante di canto!

Vi abbiamo offerto piccoli accenni perchè non vogliamo togliervi il piacere della lettura, pertanto non ci resta che auguarvi di trascorrere un lieto e Santo Natale e un buon inizio d'anno!

 
 
Archivio Documenti di musica e opera lirica - Recensioni - Interviste - Medicina - Articoli - Novità
Archivio Pubblicazioni Articoli di musica e opera lirica
curiosita

Dite la vostra...



 

Esprimi un giudizio sul documento e visualizza i risultati

 
                            

Codice di sicurezza (Aiuto Aiuto):

Scrivi nella casella i caratteri che vedi nell'immagine.

Codice di sicurezza          

 
 
Cookie | Privacy Policy | Copyright 2006 © | Powered by Andrea Ferretti | 12/11/16 08:58
Liricamente.it utilizza cookie, anche di terze parti. Se vuoi saperne di pi¨ o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie    Leggi tutto Ok