√ LIRICAMENTE.IT >>IL SITO PER GLI APPASSIONATI DI MUSICA LIRICA E OPERA LIRICA Concorso Internazionale di canto lirico di Spoleto Corsi di Alta Formazione Accademia Maggio Musicale Fiorentino
Dati dimenticati?

IL SITO PER GLI APPASSIONATI DI OPERA LIRICA

Chiudi Finestra
Home  Mappa  Contatti  RSS 

Laboratorio Opera Studio: intervista a Ugo Benelli

a cura della redazione, 10/03/2008

In breve:

Nella cornice colorata dell'alto borgo medievale di Montalto Ligure nel prossimo mese di luglio si terrà un Laboratorio Opera Studio per cantanti lirici che prevede lo studio di canto, arte scenica e interpretazione dello spartito.


Nella cornice colorata dell'alto borgo medievale di Montalto Ligure nel prossimo mese di luglio si terrà un Laboratorio Opera Studio per cantanti lirici che prevede lo studio di canto, arte scenica e interpretazione dello spartito. In particolare, l'attività formativa sarà finalizzata alla rappresentazione pubblica dell'opera “Il Barbiere di Siviglia” di Gioachino Rossini e, in forma di concerto, di un'ampia selezione da “Don Giovanni” di Wolfgang Amadeus Mozart, da “Rigoletto” di Giuseppe Verdi e da “La Bohème” di Giacomo Puccini.

Il corso sarà tenuto da docenti di rilievo quali il celeberrimo tenore di grazia Ugo Benelli e il maestro Angelo Guaragna, direttore d'orchestra, ai quali abbiamo posto alcune domande per comprendere meglio quali saranno le opportunità offerte da questa esperienza.

1) Maestro Benelli, dopo una lunga carriera, lei ha deciso di mettere a disposizione dei giovani la sua esperienza: quali sono i principali consigli che maggiormente si trova ad elargire ai suoi studenti?
(Se non vedi correttamente il player, scarica flash player al seguente link: Flash Player , oppure in alternativa clicca sul seguente link per ascoltare l'intervista, attendendo, però, che il file venga scaricato): Intervista a Ugo Benelli
Innanzittutto consiglio di curare la respirazione e di cantare sul fiato. Occorrono molte spiegazioni, molti esempi e quindi molto tempo per far capire agli studenti la tecnica del canto, in particolare per far comprendere dove agiscono i muscoli del diaframma.

Altra regola importante è non forzare mai la voce: bisogna sempre cantare usando gli interessi e non il capitale, perché quello deve durare per molti anni!!!
Proprio per questo è necessario fare attenzione alla scelta del repertorio senza mai sconfinare e tra una serie e un'altra di vocalizzi conviene far riposare l'organo vocale e far rilassare l'allievo.
Per quanto riguarda, invece, l'interpretazione prima di tutto bisogna assolutamente studiare a perfezione gli spartiti facendosi aiutare dai grandi maestri ripassatori.
Bisogna “spendere molto”: all'inizio della carriera io partivo da Genova ed andavo a studiare con i grandi spartitisti della Scala di Milano.
Ciò che però distingue il grande artista dagli altri… è una cosa innata e non lo insegna nessuno. Ferruccio Tagliavini all'inizio, tornando dall'America come l'erede di Gigli, era snobbato un po' dagli amici d'infanzia che non credevano fosse così bravo come lo si definiva. Lo andarono a sentire al Teatro di Reggio Emilia quando per beneficenza cantò L'amico Fritz e non appena Tagliavini attaccò il “Tutto tace” gli amici rimasero paralizzati e dissero: “Ma questo non è Ferruccio che canta, questo è un angelo…

2) Maestro Guaragna, in che modo si concretizza la vostra proposta formativa, cioè in che modo organizzerete e strutturerete le lezioni, quante ore al giorno saranno impegnati gli studenti, il programma sarà personalizzato per ciascuno oppure saranno prevalentemente lezioni collettive?
Angelo GuaragnaSarà un periodo d'intenso e duro lavoro. Una full-immersion della lirica, vivace e incalzante, dove si terrà poco conto dei limiti imposti dall'orologio.
All'inizio cercheremo di individuare le caratteristiche degli allievi e comprendere in quali ambiti sarà più utile il nostro intervento. Ovviamente il nostro lavoro sarà mirato a curare gli aspetti musicali e interpretativi, più che a mettere in discussione la tecnica che i ragazzi hanno già acquisito, anche se il maestro Benelli, al bisogno, è molto bravo a trasmettere pillole di tecnica e piccoli segreti…
Personalmente amo molto curare anche i piccoli dettagli che in fase di studio tendono a sfuggire a cantanti in erba, rimanendo sempre fedele alla tradizione. E proprio sulla scorta di quanto la nostra tradizione ci ha tramandato, cercherò di insegnare agli allievi sul come conciliare il rigore nello studio dello spartito, nel rispetto di ciò che “non” è scritto.

3) Maestro Benelli, dall'esperienza che farà quest'estate con questi giovani cantanti cosa pensa di portare a casa?
Porto a casa di nuovo l'entusiasmo perché la maniera per me di rivivere la mia carriera è vedere che qualcuno di loro fa progressi, va avanti e fa carriera, quindi è rivivere tutte le sensazioni di un'ascesa di carriera.
L'anno scorso al corso di Montalto ha partecipato un giovane mezzosoprano che nell'arco di un anno ha già vinto premi a concorsi e ha debuttato già dei ruoli d'opera.

4) Oltre ai consigli tecnici, vocali, interpretativi… cosa spera di poter trasmettere durante il corso ai suoi allievi?
Oltre all'entusiasmo spero di trasmettere la sicurezza e anche di accentuare un po' la personalità e il senso del ridicolo, perché nel 2008 le scelte registiche impongono idee stravaganti pertanto i giovani devono essere capaci di mettersi in gioco e riescono a farlo se possiedono un po' di senso del ridicolo.

Nei quindici giorni di lezione gli studenti vivranno nel Comune di Montalto Ligure e abbiamo chiesto al sindaco dott. Matteo Orengo in che modo intenderanno ospitare i giovani cantanti.
Metteremo a disposizione seconde case di privati cittadini nelle quali avranno spazi riservati in cui potranno vivere liberamente come se fossero cittadini di Montalto, potranno cucinare oppure gustare specialità tipiche locali.”
Negli anni in cui la pubblica amministrazione tende a tagliare i fondi all'arte e alla cultura, il Comune di Montalto Ligure patrocina un progetto musico-culturale di alto livello: come mai è stato deciso di destinare importanti risorse a questa iniziativa?
Da sette anni organizziamo questa manifestazione di Montalto Musica decidendo di puntare sulla cultura, perché riteniamo che la cultura si alla base della rinascita di una società. Pertanto, solo investendo in cultura si possono sviluppare orizzonti anche per gli studenti più giovani.
Con il Laboratorio Opera Studio abbiamo creato un'opportunità che concilia cultura e turismo per i giovani studenti di canto europei perché i ragazzi potranno trascorre una decina di giorni in assoluta pace e relax e seguire le lezioni di noti maestri del panorama italiano, vivendo in una zona di prima collina, legata alla natura e alle tradizioni locali.
La nostra comunità sarà impegnata nel far vivere loro un'esperienza che ci auguriamo diventi indelebile nel tempo, com'è accaduto in passato ad artisti che si sono affermati con una carriera di grandi successi e che sono ancora legati all'esperienza di Montalto.

 
 
Archivio Documenti di musica e opera lirica - Recensioni - Interviste - Medicina - Articoli - Novità
Archivio Interviste a Cantanti Lirici e Direttori d'Orchestra
masterclass scuole corsi lezioni di canto per cantanti liric...

Dite la vostra...



 

Esprimi un giudizio sul documento e visualizza i risultati

 
                            

Codice di sicurezza (Aiuto Aiuto):

Scrivi nella casella i caratteri che vedi nell'immagine.

Codice di sicurezza          

 
 
Cookie | Privacy Policy | Copyright 2006 © | Powered by Andrea Ferretti | 12/7/16 17:19
Liricamente.it utilizza cookie, anche di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie    Leggi tutto Ok