√ LIRICAMENTE.IT >>IL SITO PER GLI APPASSIONATI DI MUSICA LIRICA E OPERA LIRICA Concorso Internazionale di canto lirico di Spoleto Corsi di Alta Formazione Accademia Maggio Musicale Fiorentino
Dati dimenticati?

IL SITO PER GLI APPASSIONATI DI OPERA LIRICA

Chiudi Finestra
Home  Mappa  Contatti  RSS 

Imparolopera » L'opera lirica per bambini e ragazzi » Teatro Regio di Parma

Gloria Bellini e Andrea Ferretti, 18/04/2008

In breve:
Ed eccoci con un nuovo appuntamento nei luoghi in cui si respira l'opera lirica.
Questa volta abbiamo scelto come meta Parma, città d'arte e di musica che diede i natali a grandiosi artisti quali Arturo Toscanini, Ildebrando Pizzetti, etc… e con una grande tradizione musicale strettamente legata all'opera lirica, in particolare, a Giuseppe Verdi.


Ed eccoci con un nuovo appuntamento nei luoghi in cui si respira l'opera lirica.
Questa volta abbiamo scelto come meta Parma, città d'arte e di musica che diede i natali a grandiosi artisti quali Arturo Toscanini, Ildebrando Pizzetti, etc… e con una grande tradizione musicale strettamente legata all'opera lirica, in particolare, a Giuseppe Verdi.

Proprio con l'intenzione di voler tramandare alle giovani generazioni la cultura della lirica, il Teatro Regio di Parma ospita una stagione dedicata ai ragazzi delle scuole elementari, medie e superiori realizzata in collaborazione con il Conservatorio di Parma.

Presi dalla curiosità abbiamo seguito alcune scolaresche in gita e siamo andati con le nostre telecamere a conoscere nel dettaglio questo progetto di “Imparolopera”.
Giunti davanti al Teatro Regio, siamo stati accolti dall'emozione di moltissimi bambini che, impazienti, fremevano innanzi alle porte del tempio della lirica tutti presi da un entusiasmo contagioso.

Sia ben inteso, non era la prima volta che venivano a teatro, perché c'erano già stati in altre occasioni sempre per assistere a delle opere, ma quel giorno erano proprio curiosi di partecipare allo spettacolo di Così fan tutte, un'opera che, a detta dei più vispi, era stata composta dal genio salisburghese Wolfgang Amadeus Mozart.
Niente da dire… i bambini sono preparati!!!

Appurato che gli spettatori erano impazienti di assistere allo spettacolo e contagiati da tanta eccitazione, siamo andati a spiare dietro le quinte per vedere a che punto erano i preparativi…

In palcoscenico abbiamo trovato subito il protagonista di questa iniziativa: l'attore Bruno Stori, truccato, ma non ancora vestito, al quale abbiamo rubato una breve intervista nella quale ci ha raccontato le dinamiche di Imparolopera.

Imparolopera nasce una decina di anni fa, con l'intento di divulgare l'opera lirica facendola conoscere ad un pubblico di bambini e adolescenti attraverso uno spettacolo di circa un'ora creato appositamente per loro. Imparolopera non è concepito tanto con un'intenzione didattica, quanto piuttosto con la volontà di fare spettacolo. Quindi con la collaborazione degli studenti delle classi di Canto del conservatorio, di un pianista o di un organico orchestrale ridotto e di tutta la struttura del Teatro Regio, il mio compito è quello di creare questo spettacolo, di raccontarne la storia, di far ridere i bambini, di farli divertire, di farli anche un po' riflettere e di condurli all'ascolto di una musica che difficilmente avrebbero occasione di conoscere.

Abbiamo lasciato quindi Bruno Stori ai ritocchi finali e all'ultimo ripasso del copione e ci siamo spostati verso i camerini dei cantanti, dove abbiamo incontrato la prof.ssa Donatella Saccardi, docente di canto presso il Conservatorio di Parma, impegnata ad elargire le ultime raccomandazioni tecniche, ma soprattutto a infondere coraggio ai giovani artisti impegnati nello spettacolo.
Abbiamo scelto di intervistarla, perché è stata una delle menti ideatrici di questa interessante iniziativa…
E' un'idea nata una decina di anni fa, pensata insieme al direttore del Teatro Regio di allora, ad Enzo Segreto e a Bruno Stori, con l'obiettivo di creare una stagione adatta ai bambini. In origine c'erano solo poche opere, scelte ad hoc tra quelle con le trame più semplici, poi in questi ultimi anni, il progetto è stato ampliato creando una vera e propria stagione lirica parallela a quella del Teatro. Per gli studenti del conservatorio è una grande occasione che permette loro di misurarsi con la realtà del teatro e fare esperienza sul palcoscenico con scene e costumi. Non è facile trovare queste opportunità in una scuola. I ragazzi vengono scelti attraverso audizioni ed è un grande incentivo allo studio!!!

Ci siamo spostati, poi, verso la buca dell'orchestra nella quale abbiamo incontrato la prof.ssa Giuliana Panza, pianista accompagnatrice del conservatorio, che in questa occasione è stata il “direttore d'orchestra” accompagnando al pianoforte l'intero spettacolo.
L'idea è quella di fare un viaggio attraverso Così fan tutte isolandone i momenti più salienti (arie e pezzi d'assieme) e che più si prestano a tracciare l'azione teatrale, ma utili anche per fare comprendere ai bambini il genio musicale di Mozart. È stata un'impresa ardua selezionare la molta musica preferendo i pezzi d'assieme. Oltre a fare divertire gli spettatori, è stata un'esperienza estremamente formativa e divertente per gli allievi delle classi di canto del conservatorio che fanno esperienza di vero teatro su un palcoscenico di alto prestigio, come quello del Teatro Regio, con veri costumi, con una regia… quindi protagonisti di un'iniziativa di grande valore.

Tempo per le interviste scaduto… la campanella del teatro è già suonata tre volte… quindi tutti in postazione e si dia inizio allo spettacolo!!!

Contagiati da questo clima festoso e deliziati per aver assistito a questo divertentissimo spettacolo, abbiamo ringraziato per la splendida ospitalità, facendo le ultime chiacchiere con Elisabetta Baratella, responsabile del progetto Imparolopera del Teatro Regio.
Il Teatro Regio si sta impegnando in questo progetto perché crede che il pubblico vada educato all'ascolto ed al teatro.
I ragazzi, per varie ragioni, non fanno parte del pubblico abituale dei teatri italiani. Noi avvertiamo la necessità di trasmettere loro la cultura dell'opera in teatro, facendo in modo che la sentano vicina .
Questo progetto da due anni ottiene richieste di scuole da tutta Italia (lo scorso anno anche da Parigi!!!) tanto da essere inserito nei programmi delle gite scolastiche quale importante tappa culturale.


L'arma vincente è il divertimento unito alla cultura.

 
 
Archivio Documenti di musica e opera lirica - Recensioni - Interviste - Medicina - Articoli - Novità
Archivio Pubblicazioni Articoli di musica e opera lirica
fondazione teatro regio di parma

Dite la vostra...



 

Esprimi un giudizio sul documento e visualizza i risultati

 
                            

Codice di sicurezza (Aiuto Aiuto):

Scrivi nella casella i caratteri che vedi nell'immagine.

Codice di sicurezza          

 
 
Cookie | Privacy Policy | Copyright 2006 © | Powered by Andrea Ferretti | 12/9/16 18:21
Liricamente.it utilizza cookie, anche di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie    Leggi tutto Ok