√ LIRICAMENTE.IT >>IL SITO PER GLI APPASSIONATI DI MUSICA LIRICA E OPERA LIRICA Concorso Internazionale di canto lirico di Spoleto Corsi di Alta Formazione Accademia Maggio Musicale Fiorentino
Dati dimenticati?

IL SITO PER GLI APPASSIONATI DI OPERA LIRICA

Chiudi Finestra
Home  Mappa  Contatti  RSS 

Una risata all'opera o dell'opera...

Gloria Bellini, 25/10/2007

In breve:
Fin dall'inizio della sua storia l'opera fu al centro di dibattiti di intellettuali schierati a favore o contro questa forma d'arte. Naturalmente chi era avverso ridicolizzava la bizzarra idea di sentire messi in musica atteggiamenti tipici della vita quotidiana.


Forse questo articolo agli “appassionati” lettori di Liricamente sembrerà fuori luogo, eppure vorremmo comunque proporre una riflessione su un tema che ci coinvolge tutti quanti direttamente.

Bozzetto di FalstaffNon so voi, cari amici, ma io provo un risentimento (pari quasi ad un'offesa personale) ogni volta in cui sento dei “profani” ridicolizzare capolavori operistici affermando frasi infelici quali “… sta per morire, eppure ha voglia ancora di cantare…” schernendo così Gilda, Violetta, Mimì, Leonora,… e in generale tutti i gli amati protagonisti di splendidi melodrammi.
Il paradosso è che, quando davvero ci sarebbe da ridere all'opera, gli stessi “profani” rimangono stupiti o, peggio, del tutto indifferenti e sono incapaci di accennare un sorriso di fronte all'astuzia di Figaro, alla genialità di Dulcamara, alla goffaggine di Falstaff…, insomma, a tutte le simpatiche scene tipiche dell'opera buffa o delle commedie liriche!!!

Fin dall'inizio della sua storia l'opera fu al centro di dibattiti di intellettuali schierati a favore o contro questa forma d'arte.
Naturalmente chi era avverso ridicolizzava la bizzarra idea di sentire messi in musica atteggiamenti tipici della vita quotidiana.

Copertina di un numero di The SpectatorRelativamente ai primi spettacoli lirici in Inghilterra The Spectator, celebre giornale considerato uno dei primi esempi di giornalismo moderno fondato da Joseph Addison (1672 – 1719), riferì “La gente è sorpresa a udire i capitani cantare i loro comandi e le gentildonne mandare messaggi in musica. Il nostro campagnolo non può trattenersi dal ridere sentendo un innamorato intonare il suo biglietto galante, e addirittura sentir messa in musica l'iscrizione di una lapide”.

Ma ci sono due modi di ridere: il primo è ridere all'opera, perché si viene coinvolti dalla trama, il secondo è ridere dell'opera perché… non la si conosce!

In genere l'uomo, quando non capisce qualcosa, tende a ridicolizzarlo: capita spesso, per esempio, che si rida di costumi tipici di altri popoli, semplicemente perché sono lontani dal nostro modo di vedere, non ne si conosce il significato, quindi si tende a sminuirne il valore.

È un dato di fatto che l'opera lirica sia poco nota al cittadino medio ed è il genere meno praticato e compreso.
Anche nei Conservatori, se si fa eccezione per gli allievi di canto, la maggior parte degli altri studenti ha una scarsissima cultura operistica.
Non parliamo delle altre scuole…

Nella formazione di un bambino si dà importanza alla lettura di poesie di Dante, Leopardi, Foscolo, Pascoli, Ungaretti, Montale, si fa visita ai musei per vedere le opere d'arte, perché è importante che culturalmente, intellettualmente, economicamente, affettivamente il piccolo uomo cresca con quel patrimonio di valori ereditato dalle generazioni che ci hanno preceduto.
Purtroppo non è ancora chiaro che l'opera lirica è uno di questi valori!!!

L'opera non è di facile comprensione: bisogna impegnarsi e costruirsi un bagaglio culturale per poterla comprendere, ma soprattutto bisogna imparare ad ascoltare!!!
Saper ascoltare è una dote che caratterizza gli uomini saggi!!!

Considerate la vostra semenza:
fatti non foste a viver come bruti,
ma per seguir virtute e canoscenza

Dante - Divina Commedia, Inferno - Canto XXVI

 
 
Archivio Documenti di musica e opera lirica - Recensioni - Interviste - Medicina - Articoli - Novità
Archivio Pubblicazioni Articoli di musica e opera lirica
curiosita

Dite la vostra...



 

Esprimi un giudizio sul documento e visualizza i risultati

 
                            

Codice di sicurezza (Aiuto Aiuto):

Scrivi nella casella i caratteri che vedi nell'immagine.

Codice di sicurezza          

 
 
Cookie | Privacy Policy | Copyright 2006 © | Powered by Andrea Ferretti | 12/5/16 19:33
Liricamente.it utilizza cookie, anche di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie    Leggi tutto Ok