Recensione opera lirica W.A. Mozart, G. Rossini, G. Donizetti, V. Bellini, G. Verdi, G. Puccini, P. Mascagni, R. Wagner, C. Gounod, J. Massenet teatro fondazione cartellone stagione opera lirica operetta

√ LIRICAMENTE.IT >>IL SITO PER GLI APPASSIONATI DI MUSICA LIRICA E OPERA LIRICA Concorso Internazionale di canto lirico di Spoleto Corsi di Alta Formazione Accademia Maggio Musicale Fiorentino
Dati dimenticati?

IL SITO PER GLI APPASSIONATI DI OPERA LIRICA

Chiudi Finestra
Home  Mappa  Contatti  RSS 
Tu sei qui:  Home > Recensioni di musica e di opera lirica

Recensioni di musica e di opera lirica - Pagina 9

  • Recensione dell'opera Ernani di Giuseppe Verdi dall'opera di Roma


    Sciopero preannunciato, ma fortunatamente scongiurato, quello che doveva infliggere un duro colpo all'apertura della Stagione 2013-2014 del Teatro dell'Opera di Roma. Dopo tanti anni Riccardo Muti torna all'amatissimo Ernani, che esegue in maniera filologica, con fare belcantista – come vuole il primo Verdi – eliminando i passaggi di tradizione e a favore di un'orchestrazione che ha molto delle sonorità tipiche del romanticismo; non a caso flauti, oboi e clarinetti occupano in buca una posizione privilegiata. Ma ciò che davvero contraddistingue questa direzione è una particolare attenzione alla pulizia del suono e ad un andamento che tende a mettere in risalto le voci, lasciando agli interpreti il tempo di fraseggiare.
    Autore: William Fratti          Data: 06/12/2013
  • Recensione dell'opera Traviata di Giuseppe Verdi dal Teatro Massimo di Palermo


    Palermo 24/11/2013 – “Commovente Violetta, commossa Desirée ”. Successo personale di Desirée Rancatore nel debutto italiano de La Traviata.
    Autore: Gigi Scalici          Data: 01/12/2013
  • Recensioni dell'opera Jerusalem di Giuseppe Verdi dal Teatro Magnani di Fidenza


    È la passione, che alloggia tra i muri e le quinte del Teatro Magnani di Fidenza, a creare la magia, a mettere insieme ogni volta un gruppo di lavoro coinvolto dal solo amore per l'arte, la musica e l'opera lirica. Nell'anno del Bicentenario Verdiano il Gruppo Promozione Musicale Tullio Marchetti, particolarmente nella persona del suo presidente Antonio Delnevo, compie la coraggiosa impresa di mettere in scena Jérusalem, universalmente conosciuta come revisione francese de I Lombardi alla prima crociata.
    Autore: William Fratti          Data: 24/11/2013
  • Recensione dell'opera L'Olandese Volante di Wagner dal Teatro Ponchielli di Cremona


    Il Teatro Ponchielli di Cremona, dopo Otello di Giuseppe Verdi, festeggia il Bicentenario verdiano e wagneriano con una nuova produzione di Der fliegende Holländer, rappresentato per la prima volta sul palcoscenico cremonese. L'opera romantica non è certamente tra le migliori del compositore tedesco, ma si colloca comunque nel grande repertorio, sia per la sua vicinanza all'espressione musicale italiana, sia per la sua unanime collocazione di prima opera matura di Richard Wagner.
    Autore: William Fratti          Data: 22/11/2013
  • Recensione del Requiem di Verdi dal Teatro Regio di Parma


    Il Festival Verdi conclude la sua edizione 2013 con Messa da Requiem, l'opera più rappresentata a Parma in questi ultimi anni, con la partecipazione di importanti direttori e grandi artisti, ma nessuna di queste è mai risultata impeccabile, per un motivo o per l'altro.
    Autore: William Fratti          Data: 13/11/2013
  • Recensione dell'opera di Pergolesi, La Serva Padrona dal Maggio Fiorentino


    La Stagione d'opera del Teatro del Maggio Musicale Fiorentino prosegue con La serva padrona di Giovanni Battista Pergolesi, già messo in scena nel 2011 nella splendida cornice del Teatro Goldoni.
    Autore: William Fratti          Data: 13/11/2013
  • Recensione dell'opera I Masnadieri di Giuseppe Verdi dal Teatro Regio di Parma


    Dopo quarant'anni dalla sua ultima rappresentazione, torna a Parma I masnadieri, opera degli anni di galera purtroppo poco rappresentata, ma ingiustamente. Il dramma lirico, scritto per Her Majesty's Theatre, è chiaramente un esempio tipico del Romanticismo e non solo per il libretto di Andrea Maffei, tratto da Friedrich Schiller. La musica e i personaggi guardano ai lavori precedenti, come Nabucco, Ernani, Giovanna d'Arco, Attila e il contemporaneo Macbeth, ma presagiscono anche il futuro de Il trovatore e La traviata.
    Autore: William Fratti          Data: 08/11/2013
  • Recensione dell'opera Luisa Miller di Giuseppe Verdi dal Teatro di Piacenza


    Il Teatro Municipale di Piacenza apre la Stagione del Bicentenario con Luisa Miller, nell'ambito del Progetto Verdi 2013 in collaborazione con ATER Formazione, Scuola dell'Opera Italiana e Comune di Busseto.
    Autore: William Fratti          Data: 24/10/2013
  • Recensione dell'opera Tosca di Puccini dal Teatro di Rovigo


    Bella, corretta ed affollata la prima di Tosca e di stagione al glorioso Teatro Sociale di Rovigo , colmo di autentici appassionati di tutte le età. Corretti la Tosca del soprano Annalisa Raspagliosi ed il Cavaradossi di Kristian Benedikt, ottimo lo Scarpia di Elia Fabbian, veri protagonisti della serata il giovane ed appassionato direttore d'orchestra Fabio Mastrangelo e la Filarmonia Veneta.
    Autore: cristina chiaffoni          Data: 17/10/2013
  • Recensione dell'opera Simon Boccanegra dal Festiva Verdi di Parma


    È Simon Boccanegra ad aprire il Festival del Bicentenario e al Teatro Regio di Parma torna l'alta qualità!
    Autore: William Fratti          Data: 11/10/2013
  • Recensione dell'opera Otello di Giuseppe Verdi dal Teatro Ponchielli di Cremona


    Il Teatro Ponchielli di Cremona inaugura la Stagione Lirica del Bicentenario Verdiano con Otello, nel nuovo allestimento di Stefano De Luca prodotto sul palcoscenico comasco. Mettere in scena l'indiscusso capolavoro musicale del Cigno di Busseto non è affare semplice e anche questa occasione è densamente ricca di pregi e difetti.
    Autore: William Fratti          Data: 09/10/2013
  • Recensione dell'opera Carmen di George Bizet dal Teatro Fenice di Venezia


    Una Carmen meravigliosamente torbida sbarca in laguna, abbiamo gradito la produzione di Carmen andata in scena alla Fenice, una Carmen che rispetta tutti i colori forti ed accesi della sua terra andalusa. Ottimo il Don Josè di Stefano Secco, un tenore italiano di alta scuola.
    Autore: cristina chiaffoni          Data: 09/10/2013
  • Recensione dell'opera Maria di Rudenz dal Teatro Donizetti di Bergamo


    Pare doveroso ringraziare la Città di Bergamo, che ogni anno propone sul palcoscenico del Donizetti alcuni dei capolavori più sconosciuti dell'illustre compositore e che, in questa stagione 2013, festeggia anche il duecento cinquantenario di Giovanni Simone Mayr e il bicentenario di Giuseppe Verdi.
    Autore: William Fratti          Data: 29/09/2013
  • Recensione dell'opera Lucrezia Borgia dal Teatro Verdi di Padova


    Troppo giovani per Lucrezia! Abbiamo visto la prima recita di "Lucrezia Borgia" andata in scena al Teatro Verdi di Padova il 20 settembre 2013. Un cast interamente costituito da giovani che debuttano nel ruolo e ciò fa onore al direttore artistico Federico Faggion, ma anche proprio per questo sono state rilevate varie mancanze che con l'avanzare dell'età e dell'esperienza saranno indubbiamente colmate, ma per ora il risultato è stato a mio avviso deludente! Manca la statura e la forza scenica del personaggio, lo scavo psicologico ed il volume necessario per affrontare questa splendida partitura donizzettiana in quasi tutti i giovanissimi cantanti.
    Autore: cristina chiaffoni          Data: 23/09/2013
  • A CENTO RADAMES VINCE SUL TERREMOTO


    Una emozionata Claudia Tassinari, Assessore alla Cultura, è salita sul palco prima dell'inizio dell'opera, ed ha ricordato al pubblico numerosissimo che gremiva la piazza, le ferite inferte dal sisma terribile del maggio 2012 che ha privato la splendida cittadina del suo gioiello più prezioso, lo storico Teatro Borgatti e di come questa iniziativa volesse rappresentare quasi uno sberleffo, una risposta energica e determinata a questa terribile forza della natura che non ha vinto Cento ed i suoi abitanti. Proprio per dare più risalto a questa veemente risposta il Comune, congiunto alla Fondazione Teatro Borgatti ed ad una cordata di sponsor ha voluto che lo spettacolo fosse del tutto gratuito ad eccezione di tre file di poltronissime a 20€ il cui ricavato è stato destinato alla ricostruzione del Teatro.
    Autore: cristina chiaffoni          Data: 18/09/2013

Cookie | Privacy Policy | Copyright 2006 © | Powered by Andrea Ferretti | 12/5/16 19:37
Liricamente.it utilizza cookie, anche di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie    Leggi tutto Ok